Digital Transformation

Intelligenza artificiale: la via Cisco per un utilizzo etico e responsabile

Cisco annuncia una nuova serie di soluzioni potenziate dall’Intelligenza Artificiale con l’obiettivo di semplificare la gestione delle infrastrutture, migliorare la capacità di far fronte alle minacce informatiche, garantire affidabilità al processo di implementazione e creare nuove opportunità di collaboration e observability

Pubblicato il 12 Feb 2024

Con l’intento di tracciare una strategia in grado di rispondere alle sfide poste dall’Intelligenza Artificiale, le aziende stringono nuove partnership al fine di implementare in modo efficiente le infrastrutture, predisporre una difesa solida contro le emergenti minacce informatiche, implementare in sicurezza l’IA generativa e creare nuove opportunità per la collaborazione e l’osservabilità.

Di fronte all’interesse destato dall’IA e, più recentemente, dall’IA generativa (GenAI), le imprese stanno esplorando nuovi approcci per collaborare, gestire applicazioni, potenziare la sicurezza digitale e reinventare l’esperienza del cliente. Tuttavia, ciascuno di questi aspetti solleva questioni relative alla movimentazione e all’accesso ai dati, all’affidabilità, alla privacy e all’utilizzo etico e responsabile dell’IA.

Grazie a funzionalità di IA diversificate e responsabilmente integrate in tutto il portfolio, Cisco permette ai clienti di proteggere il proprio stack di IA e i propri dati, di gestire i costi e di ottenere risultati ottimali in termini di IA.

Ecco le principali novità annunciate da Cisco

In particolare, Cisco e NVIDIA stanno unendo le forze per consentire alle aziende di implementare e gestire infrastrutture IA sicure in modo semplice e rapido.: hanno delineato piani comuni per fornire soluzioni per l’infrastruttura IA del data center che siano facili da implementare e gestire, offrendo tutta la potenza computazionale necessaria nell’era dell’IA.

WHITEPAPER
Robot secondo l'IFR: le 5 tendenze che ne spingono l'adozione
Robotica
Cognitive computing

Cisco Security Cloud è ora una piattaforma di sicurezza unificata AI-ready e cross-domain. Questo include nuove funzionalità di analisi supportate dall’IA per Cisco Identity Intelligence, oltre a Cisco AI Assistant for Security, che abilita decisioni informate, potenzia le capacità degli strumenti e automatizza compiti complessi.

Per consentire ai clienti di aumentare la produttività e migliorare la visibilità, gli insight e le azioni, la piattaforma Cisco Observability offre un’interfaccia in linguaggio naturale che semplifica la risoluzione dei problemi. Inoltre, la nuova applicazione Cisco AIOps facilita il monitoraggio in tempo reale della salute aziendale al fine di automatizzare i processi IT e mantenere i team operativi produttivi e reattivi.

Cisco ha inoltre presentato il suo primo prodotto SaaS che permette di implementare l’IA generativa nelle aziende in modo affidabile. Si chiama Motific e offre una visione centralizzata dell’intero percorso GenAI, consentendo ai team IT e di sicurezza di distribuire rapidamente funzionalità GenAI all’interno delle aziende con il pieno controllo dei dati sensibili, della sicurezza e dei costi.

L’azienda ha introdotto nuove tecnologie per aiutare le imprese a sviluppare e ottimizzare l’infrastruttura a supporto dell’IA. Tra queste, la nuova Cisco X-Series Direct, progettata per ambienti in cui i clienti necessitano di connettività e potenza computazionale nell’edge per supportare più applicazioni con meno infrastrutture, e l’offerta estesa di progettazioni convergenti e iperconvergenti convalidate che si basano sulle soluzioni Cisco e sul blueprint AI/ML per reti di data center.

Infine, è stata annunciata la disponibilità generale e in versione beta delle funzionalità di Cisco AI Assistant per la suite Webex e Contact Center, tra cui i resoconti delle riunioni, delle conversazioni e dei vidcast, la modifica del tono dei messaggi, la traduzione dei messaggi.

Cisco promette di trarre valore dall’IA

Secondo le stime, l’IA Generativa potrebbe contribuire con 4,4 trilioni di dollari al PIL mondiale ogni anno. Tuttavia, ci sono sfide da superare per permettere alle imprese di raggiungere tale traguardo. Il recente studio Cisco AI Readiness Index, condotto su oltre 8.000 leader del settore privato, di aziende e dell’IT in 30 Paesi, ha rilevato che il 95% degli intervistati ha una strategia IA in corso o in fase di sviluppo. Tuttavia, solo il 14% è pronto a integrare l’IA nelle proprie aziende.

“L’opportunità di favorire il progresso è oggi più che mai concreta. In un mondo imprevedibile, la tecnologia è in grado di risolvere qualsiasi sfida si presenti. Grazie all’IA, si aprono infinite possibilità e un futuro più efficiente, più innovativo e vantaggioso per tutti. In Cisco […] abbiamo l’infrastruttura per alimentare l’IA, un portfolio di soluzioni ottimizzato per proteggerla, la visibilità e gli strumenti per garantire la migliore esperienza utente e le competenze per aiutare i nostri clienti a ottenere i risultati desiderati”, ha commentato Oliver Tuszik, SVP e Presidente di Europa, Medio Oriente e Africa, Cisco.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5