Responsabilità sociale

CSR, la Corporate Academy Bosch promuove la formazione nelle carceri italiane



Indirizzo copiato

La Bosch TEC Corporate Academy lancia “Ricomincio da me” per la crescita personale e per facilitare l’inserimento dei detenuti nel mondo del lavoro, in collaborazione con Seconda Chance. Avviato il progetto pilota presso il carcere di Monza per diventare specialista eBike

Pubblicato il 16 mag 2024



shutterstock_670341181

La Bosch TEC Corporate Academy, scuola di Formazione del gruppo in Italia nata nel 2002, ha inaugurato “Ricomincio da me“: una iniziativa di responsabilità sociale che introduce la formazione all’interno delle carceri italiane. Questo grazie anche a Seconda Chance, associazione del Terzo Settore dedicata al reinserimento sociale dei detenuti, con il sostegno del DAP (Dipartimento Amministrazione Penitenziaria).

Il fine dell’iniziativa è quello di educare i detenuti su competenze tecniche e trasversali per agevolarne l’inserimento lavorativo grazie a un percorso volto a promuovere la loro crescita professionale e personale. Tra i partner dell’iniziativa ci sono anche Gi Group, Homo Faber e LabLaw Studio Legale Rotondi & Partners.

Il progetto pilota al carcere di Monza

Il progetto sperimentale ha avuto inizio il 22 aprile scorso presso il Carcere di Monza e si è concluso il 15 maggio: 82 ore di formazione suddivise in moduli da 6 ore ciascuno con il coinvolgimento di 15 detenuti. Grazie alla sua esperienza e competenza nel settore delle eBike, Bosch ha improntato il corso all’apprendimento di competenze tecniche per diventare specialisti delle eBike, e allo sviluppo di soft skills come le tecniche di vendita, la crescita personale con sessioni dedicate al cambiamento e al personal branding. L’iniziativa continuerà nei prossimi mesi presso i penitenziari di Como, Torino e Ancona.

Bosch e l’importanza dell’inclusione sociale

Bosch, che è sostenuta da una Fondazione di pubblica utilità, opera con la convinzione che solo agendo in modo responsabile dal punto di vista economico, ambientale e sociale (ESG) si possa migliorare la qualità della vita delle persone e proteggere il benessere delle generazioni presenti e future. Il concetto di responsabilità si evolve nel tempo e oggi più che mai si fonde con quello di inclusione sociale per abbattere i pregiudizi. Per questo motivo, in linea con i suoi valori e i progetti di CSR sviluppati nel corso degli anni, l’azienda ha deciso di contribuire alla formazione dei detenuti per facilitare il loro reinserimento nella società.

Un percorso di rinascita per riscattarsi

“Ricomincio da me” è stato ideato per dare motivazione a coloro che sono rimasti bloccati in un limbo, esclusi dalla società educativa, formativa e produttiva. L’obiettivo è infondere una maggiore consapevolezza e conoscenza di sé stessi e fornire gli strumenti necessari per una futura ricerca del lavoro. Un impegno tangibile per creare un effetto moltiplicatore e trasmettere il messaggio che c’è sempre spazio e tempo per ricominciare.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5