Responsabilità sociale

Casta Diva Group, concluso l’iter per ottenere lo status di Società Benefit



Indirizzo copiato

Casta Diva Group entra nel ristretto cerchio delle aziende quotate su Euronext Growth Milan diventate Società Benefit. La transizione è il risultato di oltre due anni di sforzi per promuovere i criteri ESG e perfezionare l’ambiente lavorativo, con un impegno significativo per la protezione del Pianeta

Pubblicato il 5 mar 2024



Francesca Panigutto, ESG Manager di Casta Diva Group
Francesca Panigutto, ESG Manager di Casta Diva Group

Casta Diva Group, multinazionale attiva nel settore della comunicazione per la produzione di branded content, video virali, contenuti digitali, film e live music entertainment, ha acquisito lo status di Società Benefit, entrando così nel ristretto club delle aziende quotate su Euronext Growth Milan (appena il 10% del totale, secondo l’Osservatorio ESG EGM) che hanno portato a termine con successo tale metamorfosi.

“Sono davvero lieto di annunciare che la nostra società ha concluso con successo l’iter per ottenere lo status di Società Benefit”, commenta Andrea De Micheli, Presidente e Amministratore Delegato di Casta Diva Group. “Sono entusiasta di guidare un’organizzazione che promuove una cultura aziendale ispirata ai criteri ESG, dimostrando fattivamente l’impegno verso la responsabilità, l’inclusività, la sostenibilità e la trasparenza”.

Dall’uso responsabile delle risorse alla rigenerazione della biodiversità

La transizione è stata frutto di oltre due anni di sforzi volti a promuovere i principi ESG e a implementare e mantenere una politica volta a perfezionare l’ambiente lavorativo interno, senza trascurare l’impegno per la protezione del Pianeta. In termini di sostenibilità ambientale, sono state messe in atto numerose piccole ma significative iniziative che, sommate tra loro, hanno fatto la differenza con un considerevole risparmio nell’uso di plastica e carta.

Inoltre, per un impegno tangibile nella salvaguardia e rigenerazione della biodiversità è nata “L’Oasi Casta Diva”, attualmente composta da un alveare per il biomonitoraggio e da un bosco nettarifero, realizzato in collaborazione con 3Bee. Sono state monitorate e protette centinaia di migliaia di api e sono state piantate 7 diverse specie di alberi nettariferi capaci di fornire nutrimento agli insetti impollinatori e assorbire anidride carbonica.

Salute, formazione e inclusività: i pilastri della sostenibilità sociale in Casta Diva Group

Un focus particolare è stato posto anche sulla sostenibilità sociale e sul benessere dei dipendenti con l’intento di costruire un ambiente di lavoro sano e inclusivo: i diritti, la formazione e lo sviluppo del personale sono stati messi al centro delle politiche aziendali con percorsi di carriera e di crescita professionale; è stata promossa una cultura aziendale condivisa e una leadership diffusa, così da consentire a ciascuno di sentirsi parte attiva nei processi decisionali dell’azienda.

Inoltre, sono stati avviati corsi di fitness in azienda e uno sportello di supporto psicologico, in collaborazione con Serenis, per offrire a tutti i dipendenti la possibilità di intraprendere un percorso di 3 colloqui gratuiti in maniera completamente anonima e poi continuare la terapia a un prezzo agevolato grazie al sostegno parziale da parte di Casta Diva.

Panigutto: “Continueremo a incrementare le azioni concrete in tutti gli ambiti ESG”

“Ottenere lo statuto di Società Benefit è un grande risultato, un passaggio importante di un percorso non sempre facile ma molto soddisfacente per accrescere la consapevolezza delle nostre risorse su questi temi fondamentali”, dichiara Francesca Panigutto, ESG Manager di Casta Diva Group. “Anche nel corso del 2024 continueremo a incrementare le azioni concrete in tutti gli ambiti ESG: stiamo definendo un bonus mobilità per i dipendenti che vengono da lontano e stiamo mettendo a punto una policy dedicata alle trasferte sostenibili; ci piacerebbe attivare un pacchetto di ore dedicato ai caregiver e contribuire a sostenere i percorsi di maternità e paternità. Ma soprattutto stiamo lavorando per ottenere alcune fondamentali certificazioni quali quelle dedicate a parità genere, eventi sostenibili e responsabilità sociale”, conclude Panigutto.

Su Italy4Sustainability una selezione e una analisi di best practices, esperienze e progetti dedicati all’impegno di imprese e organizzazioni in termini di raggiungimento di obiettivi di sostenibilità e di strategie di innovazione.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5