Point of View

Tappi Tethered: innovazione e sostenibilità per il mondo beverage

La soluzione di Antares Vision Group, grazie alla tecnologia FT System, è in grado di assicurare soluzioni di ispezione che assicurano la qualità e l’efficacia dei prodotti con risultati importanti in termini di impatto ambientale

18 Lug 2022

Gianluigi Torchiani

Giornalista

L’utilizzo della plastica come è ormai ben noto ha conseguenze estremamente negative per il delicato equilibrio degli ecosistemi naturali, in particolare quelli marini. Ogni anno circa 8,8 milioni di tonnellate di rifiuti plastici finiscono nell’Oceano, spesso dopo un singolo utilizzo da parte dei consumatori finali. Questi dati sono sufficienti a spiegare perché, da diversi anni a questa parte, l’Unione Europea sia impegnata in una battaglia per la riduzione dei consumi e degli scarti di questo materiale. Un punto importante in questo percorso è stato l’emanazione della Direttiva 2019/90 e tra i numerosi punti cardine della direttiva possiamo citare, a titolo d’esempio, la decisione che dal 2025 le bottiglie in PET immesse sul mercato contengano almeno il 25% di plastica riciclata (con un obiettivo del 30% al 2030), unitamente alla vera e propria messa al bando dal mercato UE di taluni prodotti in plastica monouso (come ad esempio le stoviglie, i bastoncini cotonati, le cannucce, le posate, i miscelatori, i contenitori per alimenti in polistirene espanso, etc.).

Cosa sono i Tethered caps

La Direttiva 2019/904 ha introdotto anche un nuovo requisito che interessa da vicino il settore beverage: da luglio 2024 entrerà infatti in vigore l’obbligo produttivo dei cosiddetti Tethered caps. Di cosa parliamo? Sostanzialmente tappi e coperchi dovranno rimanere attaccati a tutti i contenitori per bevande con una capacità fino a tre litri: questo adattamento progettuale dovrebbe ridurre di circa il 10% i rifiuti di plastica rinvenuti sulle spiagge europee, evitandone la dispersione nell’ambiente e favorendo invece il riciclo. Ovviamente, si tratta di una modifica non di poco conto per tutte le aziende del settore beverage, che entro i prossimi due anni dovranno avere i propri prodotti in linea con la normativa comunitaria. In quest’ottica il gruppo Antares Vision Group, multinazionale italiana leader nella tracciabilità e nel controllo qualità, grazie alla tecnologia FT System, è in grado di offrire soluzioni di ispezione sia per linee esistenti che nuove, che assicurino l’efficacia delle soluzioni introdotte.

La crucialità della fase di controllo e ispezione

Quello del controllo e dell’ispezione è un passaggio molto importante: occorre infatti considerare che differenti tipologie di tappi tethered possiedono caratteristiche diverse, che rendono la fase di ispezione ancora più rilevante. Antares Vision Group, avvalendosi della tecnologia sviluppata da FT System, è in grado di offrire soluzioni per diverse tipologie di tappi, con una flessibilità nei sistemi che permette di adattare i controlli alle esigenze delle diverse tipologie di chiusura. Una delle sfide più significative al momento consiste nel minimizzare il livello di “falso scarso” durante l’ispezione dei tappi tethered, la cui conformazione potrebbe portare un sistema di ispezione tradizionale a considerare come difetti quelli che in realtà sono caratteristiche del tappo correttamente applicato. Le soluzioni messe a disposizione da Antares Vision Group sono inoltre in grado di riconoscere con la massima accuratezza lo spazio presente nell’anello di garanzia, un elemento tipico di alcune tipologie di tappi tethered che stanno arrivando sul mercato e che rischierebbe altrimenti di essere catalogato come difetto. A garantire la molteplicità di controlli c’è il sistema Antares Vision Group, che arriva a utilizzare anche 5 telecamere, di cui normalmente 4 laterali e una collocata in alto. Inoltre, uno speciale sistema di illuminazione consente di evidenziare i possibili difetti presenti nella zona dell’anello di garanzia.

Oltre ai sistemi di ispezione, gli imbottigliatori devono avere la possibilità di analizzare l’impatto dei tappi tethered sull’intera linea. A tal proposito, una caratteristica distintiva delle soluzioni Antares Vision Group è la capacità di controllare il processo a monte per garantirne la qualità. Ciò consente di monitorare le singole valvole di riempimento e le singole teste di tappatura, correlando gli scarti di prodotto alla valvola e alla testa e permettendo al produttore di effettuare una attività di manutenzione preventiva con ottimizzazione dell’efficienza del sistema.

Ispezioni più efficaci

Quando mancano ancora due anni all’entrata in vigore della misura, Antares Vision Group è già riuscita a testare numerosi prototipi di tappi con i sistemi di ispezione, che hanno operato con risultati pienamente soddisfacenti, rendendo possibile effettuare il controllo di tutti i parametri del tappo tethered (posizionamento, altezza, sigillo di garanzia, ecc). Inoltre, è stato possibile continuare a effettuare controlli di qualità sull’accoppiamento tappo-preforme PET e la misura del torque attraverso l’inserimento sulle linee di ROBO-QCS, che sono in grado di effettuare (in modo automatico e a bordo linea) più controlli qualità contemporaneamente prendendo e rimettendo la bottiglia direttamente sul nastro alla velocità di linea. Un’altra importante ispezione riguarda la possibilità di integrare l’application angle, una verifica in grado di assicurare che il tappo sia chiuso correttamente. Per il futuro, Antares Vision Group continuerà a collaborare a stretto contatto con gli imbottigliatori e i produttori di bevande per anticipare le nuove sfide, continuando a sviluppare e migliorare le soluzioni, nonché studiare per cercare nuove funzionalità e adattare, quando necessario, i sistemi di ispezione alle caratteristiche dei tappi tethered.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
T
Gianluigi Torchiani
Giornalista
Argomenti trattati

Aziende

A
Antares Vision Group

Approfondimenti

A
Agrifood
N
Normative
P
Plastic Waste

Articolo 1 di 5