Sustainable Fashion

Primark, prima collezione e nuovo standard per allungare il ciclo di vita degli indumenti

La nuova collezione, composta da 35 capi di abbigliamento, è progettata e realizzata per durare più a lungo nel tempo e contribuire alla riduzione degli sprechi nel settore moda. E’ la prima a basarsi sul nuovo Circular Product Standard di Primark, un framework per la progettazione dei prodotti attuali e futuri

Pubblicato il 13 Apr 2023

Max Miechowski for Primark
Conditions of use:
This image is strictly to be used for PR purposes related to the pictured Primark product ONLY. This image MUST be credited in full as per the metadata.
This image is provided for use by Primark and has no syndication rights unless prior approval is sought from Primark, this includes re-selling or giving use to any third party or company.
This image may only be used for the duration the products are on sale and MUST NOT be archived for future use.
This image can only be used until 24/09/2023 and cannot be used after this date.

Abiti che sono stati progettati e realizzati per essere amati e indossati più a lungo e, alla fine, riciclati. Stiamo parlando della prima collezione di moda circolare firmata Primark a cui, entro la fine del 2023, se ne aggiungeranno delle altre. Da metà aprile i clienti potranno acquistare questa nuova gamma di prodotti sostenibili progettata in linea con il Circular Product Standard di Primark, che a sua volta si basa sui principi delineati dalla Ellen MacArthur Foundation.

La presentazione della nuova collezione segue un progetto pilota dello scorso anno, che ha visto il rivenditore di abbigliamento internazionale formare un primo gruppo composto da designer, clienti e fornitori sul tema del design circolare. Nel corso del 2023 questa formazione verrà ampliata a oltre 500 membri dei team di prodotto di Primark, insieme ad altri fornitori selezionati.

La prima collezione di moda circolare by Primark

La collezione è composta da 35 prodotti, che spaziano tra abbigliamento uomo, donna e bambino, ed è caratterizzata da forme, design e colori basici, facilmente abbinabili ai capi intramontabili del proprio guardaroba. Ogni prodotto è stato attentamente progettato, dalla composizione delle fibre tessili alla maggiore durata e riciclabilità, secondo l’ambizioso obiettivo di Primark di promuovere un’economia sempre più circolare.

Dagli eleganti jeans a zampa a quelli dal taglio morbido, dalle giacche in denim ideali per il cambio di stagione alle t-shirt leggermente over, questa nuova collezione offre abiti must-have da abbinare e mixare per creare i nuovi look primaverili e estivi. Tutto ciò con il vantaggio di poterli riciclare alla fine del loro ciclo di vita, trasformandoli in nuovi indumenti e materiali. La collezione incarna l’impegno per cui Primark è famoso: prezzi che variano da un minimo di € 5 a un massimo di € 25 per rendere la moda sostenibile accessibile a tutti.

Il Circular Fashion nell’impegno di Primark

Ogni capo di questa nuova collezione è stato progettato e realizzato per essere amato più a lungo nel tempo oppure per poter essere riciclato, basandosi su tre aspetti chiave.

Anzitutto, materiali di provenienza più sostenibili (che hanno un minore impatto ambientale rispetto a quelli convenzionali): i capi della nuova collezione sono realizzati utilizzando almeno il 95% di cotone proveniente dal Primark Sustainable Cotton Programme, che forma i coltivatori nell’utilizzo di una quantità minore di acqua, fertilizzanti chimici e pesticidi, ottenendo di conseguenza un maggiore profitto. Il rimanente 5% è costituito da passamanerie, abbellimenti o bottoni che, laddove possibile, sono stati studiati per essere removibili o anch’essi riciclabili.

Un altro tema è quello della durabilità. Questa nuova collezione è stata testata per avere un più lungo ciclo di vita in linea con il nuovo standard di lavaggio di Primark. Tutti i prodotti in jeans della collezione sono stati testati per una durabilità migliorata di 30 lavaggi, mentre nel caso del jersey fino a 56 lavaggi.

Ultimo, ma non ultimo la riciclabilità nel senso che ogni capo di abbigliamento è progettato per essere riciclato a fine ciclo di vita. Ciò significa che, laddove possibile, finiture e bottoni sono rimovibili in modo da riutilizzare o riciclare gli abiti più facilmente in nuove fibre o nuovi prodotti. I clienti possono, infatti, depositare i loro capi usati presso appositi punti di donazione all’interno di alcuni negozi Primark selezionati.

Il Circular Product Standard per una progettazione della moda circolare

Oltre alla collezione, Primark annuncia anche il nuovo Circular Product Standard, un framework al quale attenersi nella progettazione dei prodotti attuali e di quelli futuri. Sarà, infatti, impiegato dai team di Primark che si occupano del prodotto e dai suoi fornitori per sostenere l’ambizioso obiettivo dell’azienda di creare capi che possano essere indossati più a lungo e successivamente riciclati alla fine del loro ciclo di vita. Questo standard sarà aggiornato su cadenza annuale per riflettere i progressi di Primark in questo ambito.

Sviluppato in collaborazione con il think tank Circle Economy e l’organizzazione no-profit Sustainable Fashion Academy che promuove l’educazione nell’ambito della sostenibilità, il nuovo framework si basa sulla visione di un’economia circolare nel mondo della moda come dealineata dalla Ellen MacArthur Foundation, leader globale nell’economia circolare, e in collaborazione con WRAP, l’ONG con l’obiettivo di accelerare l’azione per il clima.

Sia Circle Economy che Sustainable Fashion Academy hanno collaborato con Primark per sviluppare il programma di formazione ad hoc dal titolo “Circular by Design“, che mira a educare i team di prodotto e i principali fornitori di Primark sugli aspetti teorici e tangibili legati all’economia circolare e alla sua applicazione nella quotidianità del loro lavoro.

Economia circolare nel fashion: il progresso di Primark

“Questa nostra prima collezione – spiega Nicholas Lambert, Circular Product Lead di Primark – nasce da anni di lavoro finalizzati alla creazione di un nuovo framework che ha l’ambizione di consentire ai nostri team e ai nostri fornitori di realizzare prodotti più circolari, per migliorare il ciclo di vita degli indumenti. La collezione presenta capi basic e accessibili che i clienti possono indossare più a lungo, riparare e infine riciclare ed è frutto del lavoro di un piccolo gruppo di nostri designer, acquirenti e fornitori che stanno sperimentando il nuovo Circular Product Standard di Primark. Pur sapendo che questo rappresenta solo un piccolo passo nel nostro impegno per diventare un’azienda più sostenibile, siamo entusiasti di introdurre nuovi standard di progettazione nel nostro business e nel lavoro che svolgiamo con i nostri fornitori, permettendoci di fare economia di scala”.

Jules Lennon, Fashion Lead, Ellen MacArthur Foundation, aggiunge “Per affrontare le attuali sfide dell’industria della moda che si fonda su un format lineare – basato quindi sul mix approvvigionamento-produzione-spreco – c’è bisogno di passare a un’economia circolare, che preveda un utilizzo più prolungato degli abiti che devono essere riutilizzati e realizzati con materiali sicuri, riciclati o rinnovabili. Grazie alla partecipazione a The Jeans Redesign e allo sviluppo del Circular Product Standard, Primark sta compiendo importanti progressi nel proprio percorso volto all’economia circolare”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5