Indici di sostenibilità

ESG: Eni è fra i leader per tre rating

La società italiana ha ricevuto riconoscimenti per le proprie performance ambientali, sociali e di governance da Msci Esg, Sustainalytics e Bloomberg giudizi da podio. L’azienda era stata annoverata anche fra i top del Ftse4Good Index Series

20 Gen 2021

Eni sul podio del mondo ESG. Per ben tre volte nel giro di poche settimane, altrettanti diversi rating hanno valutato la storica società italiana come leader per le proprie performance in ambito ambientale, sociale e di governance (ESG), in una serie di analisi che attestano l’attenzione dell’azienda alla sostenibilità.

Rating ESG: l’importanza dell’impatto ambientale e della gestione dei rischi

In particolare, Eni è stata confermata con lo score A nel rating Msci Esg, classificandosi come Leader in Salute e Sicurezza e per le performance in ambito Emissioni di carbonio. Msci Esg Research fornisce rating Esg di Msci a società pubbliche globali e ad alcune società private su una scala da AAA (Leader) a CCC (Laggard), in base all’esposizione ai rischi ESG specifici del settore di appartenenza e alla capacità di gestire tali rischi rispetto ai peers.

dal 14 al 17 giugno 2022
FORUM PA 2022: Il PNRR per una PA sostenibile: efficientamento energetico ed energy management
Acquisti/Procurement
Datacenter

Eni si è inoltre classificata nel top 3% tra i peers del settore energetico nella classifica Esg Ratings di Sustainalytics (società di ricerca, rating e analisi indipendente), aggiornata a settembre 2020, ottenendo un punteggio di 25,7.

Inoltre, Eni ha ottenuto il punteggio più alto in una classifica Bloomberg di società oil & gas che valuta le performance ambientali (dall’esposizione alle tematiche di clima, sino al management di energia ed emissioni di gas a effetto serra o dell’acqua): alla società italiana è andato un 6,42, score più alto per il 2019 in un gruppo di 17 peer, la cui media é stata di 4,04.

Posto di vertice ESG anche nella Ftse4Good Index Series

Ma le buone performance di Eni in ambito Esg non finiscono qui. L’azienda è infatti stata inclusa di recente nella Ftse4Good Index Series per il quattordicesimo anno consecutivo, acquistando una posizione nel top 5% delle società oil & gas valutate, ed é entrata nel gruppo di leadership dell’Assessment Esg di Vigeo Eiris, che con la propria ultima revisione ha alzato la valutazione di Eni da “Robust” ad “Advanced”.
Creato dal provider internazionale di indici Ftse Russell, il Ftse4Good Index misura la performance Esg delle società, producendo indici che sono usati da un’ampia gamma di operatori finanziari per sviluppare e valutare prodotti finanziari focalizzati sugli investimenti sostenibili.

“Queste valutazioni sono per noi un incoraggiamento nel continuare, con ancora maggiore determinazione, a focalizzarci sulla sostenibilità come elemento centrale del nostro modello di business, e a raggiungere gli obiettivi della nostra strategia, che porterà Eni ad essere leader nella produzione e vendita di prodotti decarbonizzati al 2050”, ha commentato Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5