Deforestazione

Hitachi: il ruolo critico dei dati e dell’AI per la protezione delle foreste pluviali

Alla COP26 Hitachi Vantara rinnova il suo impegno a fianco di Rainforest Connection per fermare il disboscamento illegale e proteggere la biodiversità delle foreste dimostrando come le soluzioni data-driven e l’analisi predittiva guidata da algoritmi di intelligenza artificiale siano fondamentali per affrontare il cambiamento climatico

10 Nov 2021

Le foreste pluviali sono il più efficace serbatoio di carbonio del mondo, una difesa vitale contro il cambiamento climatico. Solo nel 2020 nel mondo sono andati persi 4,2 milioni di ettari di foreste tropicali e la loro protezione, insieme a quella della biodiversità, occupa una parte significativa delle discussioni sugli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26), a Glasgow, di cui Hitachi è uno degli sponsor principali.

E’ la volontà di accelerare lo sviluppo di soluzioni data-driven (guidate dai dati) volte a proteggere le foreste pluviali e i loro fragili ecosistemi che ha spinto Hitachi Vantara, società affiliata ed interamente controllata da Hitachi Ltd. che si occupa di infrastrutture e soluzioni digitali, gestione ed analisi dei dati, ad ampliare la partnership con Rainforest Connection (RFCx), nota per aver creato un sistema di monitoraggio scalabile e in tempo reale per proteggere e studiare gli ecosistemi remoti grazie a sensori acustici (RFCx Guardians).

Le due organizzazioni continueranno a sviluppare ed utilizzare tecnologie di analisi predittiva per fermare il disboscamento illegale, ed inizieranno ad esplorare nuove modalità per proteggere la biodiversità delle foreste. Durante la COP26, hanno discusso sul ruolo fondamentale delle soluzioni data-driven per affrontare il cambiamento climatico e illustrato le modalità con le quali questa partnership sta aiutando a proteggere le foreste pluviali di Sumatra.

“L’uso dei dati e della tecnologia sono elementi fondamentali per le aziende e i governi per raggiungere gli obiettivi relativi alla sostenibilità”, dichiara Gajen Kandiah, CEO di Hitachi Vantara. “Insieme, Hitachi Vantara e Rainforest Connection stanno dimostrando come un robusto ecosistema di partner unito all’utilizzo dell’intelligenza artificiale e dell’analisi predittiva, possano risolvere le sfide della sostenibilità a livello di comunità e creare un cambiamento globale”.

Livestream della Presentazione di Hitachi Vantara in diretta alla COP26

Algoritmi di AI riconoscono i suoni “tipici” che preannunciano il disboscamento illegale

A Sumatra, il governo indonesiano riconosce che le foreste sono vitali per la sicurezza economica ed ambientale delle comunità locali e cerca di proteggerle dal disboscamento illegale. Tuttavia, il numero ridotto di ranger di fronte alla vastità del territorio non consentiva di prevenire in tempo le pratiche di disboscamento illegale, scoperte solo a danno avvenuto.

WHITEPAPER
Sfrutta l’identità digitale per accelerare l’onboarding e migliorare la relazione con i tuoi clienti
Dematerializzazione
Digital Transformation

Usando i dati eco-acustici raccolti negli anni dal sistema “Guardian” di Rainforest Connection, Hitachi Vantara ha sviluppato e catalogato una serie di suoni “tipici” della foresta e costruito algoritmi predittivi e sistemi basati sull’intelligenza artificiale per rilevare eventuali rumori anomali, come voci umane o uccelli che all’improvviso spiccano il volo perché disturbati dalla presenza umana, tutti suoni che spesso precedono il disboscamento.

“Quando un gigante globale come Hitachi Vantara mette a disposizione le sue tecnologie all’avanguardia per le startup come Rainforest Connection, che lavorano in prima linea nell’ambito dell’impatto sociale e della conservazione ambientale, possiamo collettivamente portare risultati inimmaginabili, che cambiano il mondo”, afferma Topher White, CEO di Rainforest Connection.

La partnership tra Hitachi Vantara e Rainforest Connection, insieme al supporto delle organizzazioni non governative locali come KKI Warsi, può supportare i villaggi locali con gli avvisi predittivi che aiutano a fermare il disboscamento illegale prima che inizi. In questo contesto, Rainforest Connection e KKI Warsi hanno distribuito 27 dispositivi Guardian in 9 villaggi della Sumatra occidentale.

“Le nostre comunità dipendono dalle foreste per l’acqua, la coltivazione del riso e la protezione dalle frane. Questi piccoli villaggi dispongono degli strumenti utili a proteggere la foresta, ma senza la tecnologia, non disponevano di abbastanza risorse”, aggiunge Rudi Syaf, direttore esecutivo, KKI Warsi. “Vogliamo dimostrare che le comunità locali possono collaborare con il governo per gestire al meglio la foresta, e il sostegno di Rainforest Connection e Hitachi Vantara sono fondamentali per aiutarci a farlo”.

Soluzioni data-driven e AI-driven per proteggere la biodiversità 

L’architettura scalabile del cloud e dei dati sviluppata da Hitachi Vantara sta anche aiutando Rainforest Connection a costruire reti neurali regionali a sostegno della biodiversità.

Rainforest Connection sta, infatti, catalogando i dati acustici di centinaia di specie in tutte le regioni, per costruire un vero e proprio database a cui applicare l’intelligenza artificiale e il machine learning per analizzare in modo più efficiente ed ottenere analisi utili da questi elementi sonori, che possono fornire informazioni di valore su come proteggere e preservare le specie vulnerabili.

Il sistema Guardian di Rainforest Connection è attualmente utilizzato in progetti in Belize, Costa Rica, Suriname, Ecuador, Perù, Brasile, Bolivia, Romania, Sud Africa, Camerun, Filippine, Indonesia, Malesia, Italia, Austria, Regno Unito, Cile, Grecia e Irlanda.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5