Innovazione

CO2 utilization: Eni Next lancia una call per le startup

Decarbonizzazione del mix energetico, economia circolare, lotta ai cambiamenti climatici, individuazione di soluzioni produttive ed energetiche sostenibili tra gli obiettivi del contest organizzato dal corporate venture capital di Eni, Eni Next aperto sino all’11 aprile

27 Mar 2022

Redazione ESG360

Come generare nuovo valore focalizzando l’attenzione sul tema CO2 e come generare nuovo valore con soluzioni e servizi che permettono alle aziende di gestire le emissioni e utilizzare la CO2. Eni Next, la Corporate Venture Capital company di Eni, ha scelto di lanciare una call dedicata alle startup early-stage per valutare nuove soluzioni destinate al “mondo” della CO2, con un focus speciale sul suo utilizzo.

Gli obiettivi di riferimento per le startup riguardano la decarbonizzazione in generale e la decarbonizzazione nello specifico del mix produttivo energetico, le soluzioni per contrastare il cambiamento climatico, le prospettive e le soluzioni che permettono di attuare forme di circular economy, il tutto in termini di nuove modalità e forme di utilizzo della CO2.

Le candidature alla call sono aperte sino all’11 aprile 2022 e le startup sono invitate a far parte del percorso con cui Eni Next sta contribuendo alla costruzione della neutralità carbonica di Eni. Nello specifico le soluzioni delle startup selezionate saranno prese in considerazione per sperimentazioni, per attuare dei test pilota e per una eventuale implementazione nei siti industriali Eni, inoltre le startup potranno essere considerate anche per potenziali investimenti da parte di Eni Next.

In particolare il focus dell’operazione si rivolge a Startup Early-Stage attive in una serie di categorie di prodotto collegate o collegabili all’utilizzo della CO2. Si tratta di una lista che comprende i carburanti, i materiali da costruzione da sostanze inorganiche naturali, i processi di lavorazione di materiali per l’edilizia come calcestruzzi e malte, le sostanze chimiche e i polimeri e il miglioramento dell’efficienza nei processi di produzione di prodotti biologici come la crescita del raccolto e delle alghe.

Per maggiori informazioni e per presentare la propria candidatura vai a questo link

Immagine fornita da Shutterstock

@RIPRODUZIONE RISERVATA
E
Redazione ESG360

Articolo 1 di 5