Environment

Siemens “spinge” il sito svedese Coca-Cola verso la decarbonizzazione

Lo stabilimento produttivo di Jordbro, a sud di Stoccolma, ha abbattuto del 13% i consumi energetici in meno di un anno grazie a un ampio programma di efficientamento realizzato in collaborazione con la multinazionale tedesca: installati nuovi sistemi di ventilazione ad alta efficienza per il recupero del calore e aggiornato il sistema di controllo, monitoraggio e supervisione dell’edificio

Pubblicato il 21 Mar 2021

cocacola

Abbattimento del 13% dei propri consumi energetici. E’ il risultato ottenuto in meno di un anno dallo stabilimento produttivo Coca-Cola European Partners (CCEP) di Jordbro, situato a sud di Stoccolma, grazie a un ampio programma di efficientamento realizzato in collaborazione con Siemens. 

Il sito di produzione, che si estende per 70.000 metri quadrati, è stato inaugurato nel 1997 e produce più di un milione di litri di bevande al giorno, in diversi gusti e dimensioni di imballaggio. Nel corso degli anni, CCEP si è impegnata nel ridurre costantemente il proprio impatto ambientale e ha collaborato con Siemens per ridurre i consumi energetici e rendere più sostenibile il processo produttivo. Il programma di efficientamento energetico ha consentito di risparmiare in un anno un quantitativo di energia sufficiente per ricaricare un’automobile ibrida 400.000 volte.

Risparmiare energia e migliorare la qualità dell’aria

A seguito di un’attività di verifica dei consumi energetici dello stabilimento produttivo, Siemens, in collaborazione con Coca Cola, ha definito molteplici misure di efficientamento in ottica ESG, in particolare sull’Environment con l’installazione di nuovi sistemi di ventilazione ad alta efficienza per il recupero del calore. Ciò ha consentito di ottenere significativi risparmi energetici, una migliore qualità dell’aria all’interno degli edifici, minore rumorosità, aumentando così la qualità della vita nelle aree residenziali limitrofe. Inoltre, Siemens ha aggiornato il sistema di controllo, monitoraggio e supervisione dell’edificio (BMS) esistente, introducendo la piattaforma Desigo CC, che ha semplificato l’ottimizzazione continua dei consumi energetici dello stabilimento.

“Siamo estremamente soddisfatti del progetto di efficientamento, visti i risultati sul breve periodo delle misure implementate. Ora, puntiamo a sviluppare ulteriormente il programma per raggiungere traguardi ancora più importanti in termini di efficienza”, così dichiara Kim Hesselius, property manager del Coca-Cola European Partners in Svezia.

“I nostri servizi per l’efficientamento energetico si basano su un approccio strategico che fa leva sulla raccolta e l’analisi dei dati per raggiungere il massimo potenziale. Questo ci assicura di generare un impatto positivo sia all’inizio sia nel lungo periodo per l’intera organizzazione”, così dichiara Peter Halliday, global head Building performance and sustainability di Siemens Smart infrastructure.

Siemens e Coca-Cola collaborano da anni per l’automazione degli edifici. Adesso si impegnano a raggiungere gli obiettivi di emissioni zero per il CCEP entro il 2040.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5