Guide

La guida tascabile per le persone senza fissa dimora: “Dove andare per…” Milano

Un libretto che verrà distribuito gratuitamente nelle stazioni, nei dormitori, nelle mense e in tutti i luoghi frequentati dalle persone senza dimora, per facilitarne l’accesso ai servizi della città. “Le aziende sono chiamate oggi a dare una nuova opportunità alle persone, dando vita a progetti di inserimento lavorativo con il supporto delle associazioni del settore” commenta Andrea Rangone, Presidente di Digital360, tra i partner dell’iniziativa

Pubblicato il 25 Gen 2024

Andrea Rangone, Presidente di DIGITAL360 e Presidente onorario dei City Angels

Si tratta di una iniziativa che mira a migliorare la vita di chi vive ai margini della società, fornendo informazioni chiare e accessibili sui servizi che la città di Milano offre alle persone senza dimora: da un pasto caldo ad un tetto che possa offrire riparo, dai medicinali al vestiario, dall’assistenza legale gratuita ad un posto di lavoro. La guida tascabile “Dove andare per…” a Milano verrà distribuita gratuitamente nelle stazioni, nei dormitori, nelle mense e in tutti i luoghi frequentati dalle persone senza tetto, con l’obiettivo di facilitarne l’accesso ai servizi della città.

A realizzare la nuova edizione 2023-2024 sono stati i volontari di Avvocato di strada ODV, l’associazione che offre tutela legale gratuita alle persone che vivono in strada e che ormai da molti anni pubblica guide come questa per altre città italiane, in collaborazione e con il sostegno di LinklatersDIGITAL360CityAngels, con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese e il patrocinio del Comune di Milano.

La guida “Dove andare per…” Milano
in versione PDF è scaricabile A QUESTO LINK 

Un aiuto tangibile per chi vive i disagi della vita di strada

Scaturita nell’ambito del progetto “La città V.I.V.A.”, la guida “Dove andare per…” a Milano sarà presentata in occasione dell’evento dal titolo “Il mondo sommerso delle persone senza fissa dimora: dai dati attuali alle soluzioni per il futuro” (di cui abbiamo raccolto le principali informazioni QUI) in programma il 29 gennaio a Milano, presso il Centro Culturale San Fedele.

Per l’occasione, istituzioni, associazioni di volontariato e imprese attraverso dati e esperienze racconteranno il mondo di queste persone apparentemente invisibili per identificare azioni di intervento. A Milano, la rilevazione racCONTAMI2023 a giugno 2023 ha censito oltre 2000 persone senza dimora, pari allo 0,15% della popolazione cittadina, di cui mille in strada e mille in strutture di accoglienza notturna.

Per partecipare all’evento “Il mondo sommerso delle persone senza fissa dimora:
dai dati attuali alle soluzioni per il futuro”, VAI QUI

“Da tanti anni ‘Dove andare per…’ è un esempio concreto di come si possa creare dal basso una rete di realtà diverse da loro ma che operano con lo stesso obiettivo – sottolinea Antonio Mumolo, presidente di Avvocato di strada ODV -. Siamo molto felici di aver realizzato questa nuova edizione del ‘Dove andare per…Milano’. Ci auguriamo che possa aiutare tante persone a trovare un aiuto piccolo o grande per uscire dalla propria situazione di difficoltà”.

Per un grande impatto sociale ora serve l’impegno delle aziende

Il progetto si inserisce perfettamente all’interno delle iniziative di sostenibilità e inclusione promosse dal Gruppo Digital360, Società benefit fortemente impegnata sul fronte Diversity & Inclusion con l’ambizione di accelerare parallelamente la transizione digitale di cittadini e imprese.

“Chi vive i disagi della vita di strada impara a sopravvivere con quello che gli viene dato, in una lotta quotidiana di ricerche continue e piccole conquiste momentanee: per queste persone è fondamentale sapere dove andare per nutrirsi, vestirsi, lavarsi, dormire, curarsi, trovare un lavoro – spiega Andrea Rangone, Presidente di DIGITAL360 e Presidente onorario dei City Angels -. A queste esigenze pratiche risponde la guida ‘Dove andare per…’ a Milano, realizzata grazie alla collaborazione dei volontari di diversi soggetti impegnati a vario titolo nel supporto ai senza dimora e nella lotta all’emarginazione sociale, che si sono messe a disposizione del progetto. Per realizzare interventi di grande impatto sociale per i senza dimora serve l’impegno delle aziende, chiamate oggi a dare una nuova opportunità alle persone, dando vita a progetti di inserimento lavorativo con il supporto delle associazioni del settore”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5