Sustainable Building

Decarbonizzare gli edifici: un modello firmato dal WEF e Schneider attrae investimenti sostenibili

“Il Building Value Framework è nato per evidenziare i vantaggi che si ottengono integrando nelle decisioni di investimento valori non finanziari, e valutare al contempo come le tecnologie digitali possono aiutare nella transizione net-zero. Il framework è pensato per un uso pratico, per dare a chi decide, strumenti e informazioni rilevanti che permettano di fare investimenti più rapidi, più inclusivi, più sostenibili” spiega Jean-Pascal Tricoire, Presidente e CEO di Schneider Electric

02 Feb 2022

La costruzione e il funzionamento degli edifici sono responsabili di circa il 40% delle emissioni globali di gas a effetto serra. E anche se esistono molte tecnologie in grado di contribuire alla decarbonizzazione del settore, i principali ostacoli restano ancora connessi a finanziamenti e investimenti per implementare queste soluzioni su larga scala, come emerge dal recente report Beyond the Business Case rilasciato da World Green Building Council. Ancora, secondo ricerche realizzate dalla Taskforce on Climate-Related Financial Disclosures, gli edifici sostenibili rappresenteranno un’opportunità di investimento pari a 24.700 miliardi di dollari entro il 2030, e questo solo nei mercati emergenti. Per questi motivi, abbattere le barriere che impediscono di investire nel “green building” risulta essenziale.

Ed è proprio per accelerare gli investimenti nella decarbonizzazione degli edifici, che Schneider Electric, il leader nella trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione, e il World Economic Forum si sono alleati: tramite il lancio del modello di investimenti Building Value Framework, le due realtà intendono cambiare la percezione del valore degli investimenti in decarbonizzazione, perché siano presi in considerazione non solo per l’aspetto finanziario, ma anche per i vantaggi che offrono alla società, all’ambiente, al sistema nel suo insieme.

“Nonostante decarbonizzare gli edifici costituisca un fattore chiave per un futuro a zero emissioni nette, oggi le decisioni di investimento sottovalutano questo aspetto. Il Building Value Framework è nato per evidenziare i vantaggi di più ampia portata che si ottengono integrando nelle decisioni di investimento valori non finanziari, e valutare al contempo come le tecnologie digitali possono aiutare nella transizione net-zero. Il framework è pensato per un uso pratico, per dare a chi decide strumenti e informazioni rilevanti che permettano di fare investimenti più rapidi, più inclusivi, più sostenibili” ha commentato Jean-Pascal Tricoire, Presidente e CEO di Schneider Electric.

Il modello è stato creato con il contributo di oltre 40 esperti del settore real estate, finanza, tecnologia e amministrazioni pubbliche locali. Può essere usato in qualsiasi momento del ciclo di vita nei progetti di riqualificazione di edifici esistenti, e anche per la costruzione di nuovi edifici. Al framework si affianca una “lista di controllo” operativa, che aiuta l’applicazione pratica e identifica le opzioni di investimento disponibili, in termini di tecnologie utili, in tutti gli stadi della pianificazione e del percorso di decarbonizzazione.

Il framework si inserisce nella più ampia iniziativa del World Economic Forum Net Zero Carbon Cities co-presieduta dal Presidente e CEO di Schneider Electric Jean-Pascal Tricoire e da Francesco Starace, CEO e General Manager di Enel Group la cui missione consiste nel creare un ambiente favorevole per l’elettrificazione pulita e la circolarità, con conseguente decarbonizzazione e resilienza urbana, promuovendo la collaborazione pubblico-privato per colmare il divario nei settori dell’energia, dell’ambiente costruito e dei trasporti.

Immagine fornita da Shutterstock

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5