PATHWAY TO COP28

IBM fra gli sponsor della Cop28 con il suo “messaggio di sostenibilità”

Il coinvolgimento della big tech nell’impegno delle Nazioni Unite si basa su una lunga eredità di ricerca e azione sulle sfide globali in collaborazione con i governi e la società civile. A Dubai l’azienda dimostrerà il potere dell’intelligenza artificiale e della tecnologia nel promuovere il progresso verso gli obiettivi di sostenibilità e nel migliorare l’efficienza aziendale

Pubblicato il 14 Set 2023

Schermata 2023-09-14 alle 17.08.00

IBM assume il ruolo di partner associato del percorso della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2023 (COP28). La conferenza, che sarà ospitata dalla Presidenza della COP28 degli Emirati Arabi Uniti a Dubai dal 30 novembre al 12 dicembre , sarà un momento cruciale per leader globali, politici, scienziati e imprese per collaborare sull’azione per il clima e lavorare insieme per dare forma a un futuro più sostenibile .

Nel corso della conferenza, IBM mostrerà come la tecnologia e la consulenza possono consentire alle aziende, alla società e al governo di accelerare il progresso verso gli obiettivi di sostenibilità. Consolidando i dati e incorporando l’intelligenza artificiale nelle funzioni principali, IBM può offrire alle organizzazioni strumenti per aiutarle a ridurre costi, sprechi ed emissioni; promuovere la transizione verso l’energia pulita; migliorare la produttività; e sviluppare catene di fornitura più sostenibili e un’informatica responsabile. IBM può anche aiutare le organizzazioni a misurare il proprio impatto ambientale, a riferire rispetto ai requisiti normativi e alle aspettative del pubblico e a rendere operativi i propri dati per contribuire a creare imprese più efficienti e sostenibili, senza compromettere la redditività.

Tecnologia fondamentale per guidare il futuro

“La sostenibilità è una delle sfide più grandi della nostra vita e sia la tecnologia che le partnership saranno fondamentali per guidare il progresso futuro”, ha affermato Jonathan Adashek , Vicepresidente senior, Marketing e comunicazione, IBM. “Innovazioni AI come Watsonx di IBM sono già disponibili per aiutare le organizzazioni a costruire l’intelligenza artificiale per promuovere la sostenibilità e l’efficienza. A Dubai , IBM sosterrà l’ agenda della presidenza degli Emirati Arabi Uniti della COP28 lavorando con i partecipanti per continuare a collaborare su soluzioni che ci muovano tutti verso un futuro a basse emissioni di carbonio .”

“Un’ampia gamma di stakeholder è fondamentale per garantire il successo della COP28 e siamo orgogliosi dell’alto livello di interesse per le sponsorizzazioni ricevute da tutto il mondo. Tutte le organizzazioni e i settori della società hanno un ruolo importante da svolgere nell’azione per il clima, e io sono incoraggiati dall’entusiasmo dimostrato dai nostri sponsor che si impegnano a Unite, Act e Deliver per mantenere l’1,5°C a portata di mano”, ha affermato l’Ambasciatore Majid, Direttore Generale e Rappresentante Speciale di Cop28.

Una lunga storia di attivismo ambientale

Il ruolo di IBM alla COP28 si basa sulla lunga storia di azione, ricerca e difesa dell’ambiente dell’azienda. L’azienda ha emanato la sua prima politica ambientale più di 50 anni fa (1971) e ha pubblicato una posizione formale sul cambiamento climatico nel 2007. IBM è anche un membro fondatore del Forum Scienza-Politica-Impresa sull’Ambiente del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente e del Climate Leadership Council, e sostiene le comunità vulnerabili al cambiamento climatico e ad altri problemi ambientali attraverso iniziative come l’IBM Sustainability Accelerator.

Forte la presenza in Medio Oriente

La sede della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici di quest’anno fa anche da sfondo alla presenza di IBM nella regione del Medio Oriente, dove le sue offerte di sostenibilità aiutano aziende e governi a migliorare l’efficienza e a portare avanti i propri obiettivi di sostenibilità. Ad esempio, IBM e l’Università di Intelligenza Artificiale Mohammed bin Zayed (MBZUAI) stanno collaborando attraverso un Centro di eccellenza AI congiunto per migliorare l’adozione della tecnologia AI, informare la diffusione di energia pulita e rinnovabile e contribuire a promuovere la sostenibilità con soluzioni a zero emissioni di carbonio.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5