Ricerche

Agricoltura e agroalimentare tra competitività e sostenibilità: l’Osservatorio Smart Agrifood scatta la fotografia dello scenario italiano

Il convegno con la presentazione della nuova ricerca dell’Osservatorio della School of Management del Politecnico di Milano in collaborazione con il Laboratorio RISE dell’Università degli Studi di Brescia, andrà in scena il prossimo 15 marzo, con una visione completa del ruolo dell’innovazione digitale nei diversi contesti dell’agroalimentare e con una speciale attenzione ai temi della sostenibilità

03 Feb 2022

Veronica Balocco

Free picture (Organic farming) from https://torange.biz/organic-farming-27245

Quali sono le condizioni del mercato italiano dell’Agricoltura 4.0 e lo stato di adozione delle tecnologie digitali nel comparto? A che punto siamo in termini di diffusione e utilizzo delle tecnologie più innovative: dall’Internet of Things all’Intelligenza artificiale, dai Bigdata analytics alla Blockchain, come sta procedendo l’adozione di soluzioni nell’ambito della tracciabilità di filiera, come evolve il ruolo del consumatore e quali sono i trend delineati dalle startup smart agrifood internazionali?

Queste sono solo alcune delle tante domande cui darà risposta l’evento che rappresenta il riferimento più autorevole sullo stato di salute dell’Agritech italiano: Smart Agrifood 2022, il Convegno di presentazione e confronto sui dati della ricerca dell’ Osservatorio Smart Agrifood della School of Management del Politecnico di Milano in collaborazione con il Laboratorio RISE dell’Università degli Studi di Brescia, che andrà in scena il prossimo 15 marzo, con una ricca offerta di approfondimenti e analisi dedicate agli impatti dell’innovazione digitale nei diversi contesti dell’agricoltura e dell’agroalimentare.

L’appuntamento avrà luogo dalle 9.30 alle 13 nell’Aula Magna Carassa Dadda del Politecnico di Milano (Edificio BL.28, via Lambruschini 4, campus Bovisa), ma l’evento si potrà seguire anche via streaming previa prenotazione.

La leva strategica cruciale: l’innovazione digitale 

L’innovazione digitale continua a dimostrare la sua rilevanza in tutti i comparti del sistema economico e produttivo del Paese. Anche nel settore agroalimentare sono sempre di più gli attori della filiera che ne riconoscono le opportunità ed i benefici, utilizzandola come leva strategica in grado di garantire resilienza e maggiore competitività all’interno dello scenario internazionale. L’offerta tecnologica è oggi ampia, attenta a supportare i singoli nodi della filiera, ma anche ad agevolare la loro integrazione per generare efficienza e sostenibilità.

WHITEPAPER
IoT e Smart Agriculture: in crescita le soluzioni
Smart agrifood
Precision agricolture

In tutto questo non va scordato che il ruolo, il peso e la qualità del valore associato al Made in Italy creano e suscitano aspettative che oggi più che mai sono collegate anche a nuove opportunità di sviluppo e che vanno affrontate anche con una speciale attenzione ai temi della sostenibilità. Una prospettiva che si gioca su un’innovazione digitale che impatta direttamente su concetti come qualità, sicurezza alimentare, internazionalizzazione, efficienza e creazione di un nuovo valore aggiunto.

Nel 2021 un incremento del 20% del giro d’affari

Già nel marzo 2001 i dati dell’Osservatorio Smart Agrifood e del Laboratorio RISE (Research & Innovation for Smart Enterprises) dell’Università degli Studi di Brescia avevano confermato che il nostro paese sta cogliendo questa occasione, ma che nello stesso tempo ha enormi opportunità di crescita e di sviluppo. I numeri dell’Agricoltura 4.0 avevano infatti rilevato un incremento del 20% del giro d’affari, sino a un ammontare complessivo di 540 milioni di €. “Ma se si prende come “unità di misura” la quota di territorio o meglio di suolo coltivato interessato da questa innovazione – avevano spiegato i responsabili dell’Osservatorio -, si deve notare che siamo ancorati a un perimetro molto ridotto, dell’ordine del 3-4%, a testimonianza del fatto che si possono aprire in prospettiva ampi spazi di miglioramento”.

Oggi la nuova ricerca dell’Osservatorio Smart Agrifood  aggiorna il quadro, ponendosi l’obiettivo di indagare in particolare le rinnovate condizioni del mercato italiano dell’Agricoltura 4.0 e lo stato di adozione delle tecnologie digitali in agricoltura, l’utilizzo delle tecnologie Blockchain, le innovazioni nell’ambito della tracciabilità di filiera, il ruolo del consumatore e i trend delineati dalle startup smart agrifood internazionali.

Informazioni e iscrizioni a questo link

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5