Energy e mobility

Neutralità climatica: Enerbrain nel team UE per le città del futuro a basse emissioni

La società torinese specializzata in soluzioni per l’efficienza energetica, si unisce ai progetti UE focalizzati sulla flessibilità delle risorse energetiche distribuite e sulla riduzione delle emissioni di gas serra

Aggiornato il 24 Nov 2023

shutterstock_181509173

Innovazione Made in Italy per il raggiungimento di obiettivi di neutralità climatica. La torinese Enerbrain ha collaborato a un importante progetto finanziato dall’Unione Europea finalizzato a promuovere la neutralità climatica e la sostenibilità nelle principali città europee, con un focus primario sulla riduzione delle emissioni negli ambiti della mobilità e dell’energia.

Un altro progetto focalizzato sulle risorse energetiche distribuite (DER) vede il coinvolgimento della società torinese al progetto REEFLEX, anch’esso finanziato dall’UE e indirizzato a favorire la transizione energetica rendendo le DER più flessibili e adattabili alle diverse necessità degli utenti e del mercato. Nello specifico Enerbrain si occuperà della creazione della piattaforma che permetterà alle DER di integrarsi nel sistema energetico.

Accelerare la neutralità climatica nelle città

REEFLEX rientra nell’ambito delle iniziative promosse dall’UE per stimolare lo sviluppo di soluzioni innovative in settori fondamentali come l’energia, allo scopo di testarle ed esaminare la loro potenziale introduzione sul mercato nei prossimi anni. I risultati di questo progetto, avviato lo scorso gennaio, saranno disponibili solo tra qualche anno, dopo aver condotto test in Bulgaria, Grecia, Spagna e Svizzera e repliche in Turchia, Danimarca e Portogallo. Il termine è previsto per dicembre 2026.

È invece già giunto al termine AI4CITIES, un altro progetto triennale finanziato dall’UE (2020-2022) per accelerare la neutralità climatica. Grazie a questo progetto, Enerbrain ha contribuito alla riduzione di 60 tonnellate di CO2 e ha migliorato del 25% in media l’efficienza energetica dei 3 edifici su cui è intervenuta. AI4CITIES prevedeva l’utilizzo di soluzioni intelligenti per ridurre le emissioni di gas serra nei settori della mobilità e dell’energia, responsabili dell’82% dell’inquinamento nelle città europee.

Tre progetti pilota

Enerbrain è stata selezionata tra più di 40 PMI per partecipare al progetto e ha avuto il compito di condurre test su tre progetti pilota: un asilo nido e una ludoteca a Copenhagen, e un edificio adibito ad uffici ad Amsterdam. In quest’ultimo caso, Enerbrain ha installato un kit di dispositivi plug&play scalabile per monitorare e ottimizzare in tempo reale l’utilizzo dell’energia attraverso un sistema di controllo intelligente da remoto. La tecnologia di Enerbrain ha permesso l’elaborazione online dei dati energetici degli edifici, garantendo un monitoraggio continuo e la riduzione del consumo energetico.

L’integrazione dell’IoT con la soluzione di Enerbrain ha consentito la raccolta di dati completi e il monitoraggio da remoto dei sistemi degli edifici. Infine gli strumenti di analisi e visualizzazione dei dati hanno aiutato a identificare potenziali inefficienze energetiche e a implementare misure proattive per ridurre gli sprechi. La scalabilità e l’adattabilità della soluzione hanno permesso l’adozione in edifici di diverse dimensioni e complessità.

“La nostra partecipazione a progetti come AI4CITIES dimostra il nostro impegno costante a spingerci oltre i confini del possibile. Abbiamo accettato la sfida di creare le città sostenibili del futuro, ridefinendo ciò che è possibile e contribuendo a un’eredità di cambiamenti positivi”, ha osservato Marco Martellacci, Chief Innovation Officer di Enerbrain in una nota della società.

Articolo originariamente pubblicato il 24 Nov 2023

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5