Rating ESG

Indra, leader mondiale di Sostenibilità Tech nel Dow Jones Sustainability Index

La multinazionale di consulenza e tecnologia consolida la sua presenza nel DJSI per il sedicesimo anno consecutivo: un importante riconoscimento internazionale dell’impegno profuso nel migliorare la performance ESG, oltre a contribuire all’Agenda 2030 attraverso la tecnologia e generare un impatto positivo sulle persone e sul pianeta

19 Nov 2021

All’avanguardia nel settore tecnologico Software e Servizi, Indra è l’unica azienda che è riuscita a rimanere nel Dow Jones Sustainability World Index (DJSI) per 16 anni consecutivi, nonostante la crescente concorrenza e i requisiti sempre più esigenti richiesti dall’indice di riferimento di sostenibilità globale. Nel 2021, 2.544 aziende hanno chiesto di entrare nel DJSI World, ma solo 322 sono riuscite a farne parte. Nel caso del settore tecnologico, 10 società delle 71 eleggibili sono elencate nell’indice, mentre, nel caso delle 21 società spagnole eleggibili, solo 15 sono state infine accettate.

Per scalare la classifica, la multinazionale di consulenza e tecnologia ha migliorato il suo rating complessivo, con progressi significativi nelle valutazioni delle sue politiche e dei sistemi di gestione ambientale, ma anche nei punteggi relativi a gestione del rischio e strategia fiscale. Indra guida il suo settore anche nelle dimensioni sociali e di buongoverno, traguardando le valutazioni più alte possibili (100 percentile) in sette criteri: gestione dell’innovazione, protezione della privacy, reporting sociale e ambientale, pratiche di lavoro, relazioni istituzionali e strategia fiscale.

Essere riconosciuta come leader nella sostenibilità nel settore tecnologico è un rinnovato successo che evidenzia e ricompensa gli sforzi che l’azienda sta compiendo per mettere la sostenibilità al centro della sua strategia e dei suoi obiettivi, contribuendo così a superare le sfide dello sviluppo sostenibile indicate nell’Agenda 2030 attraverso la tecnologia, facilitare la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio e migliorare il suo impatto positivo sulle persone e sul pianeta. La creazione del comitato per la sostenibilità nel consiglio di amministrazione di Indra alla fine del 2019 e il Master Plan per la sostenibilità 2020-2030 sono stati fondamentali per ottenere questi progressi.

Tra gli obiettivi nell’area Environment, rientrano la riduzione delle emissioni di consumo energetico del 50% entro il 2030 e l’ambizione  carbon neutral entro il 2050; inoltre, ci sono numerosi esempi di soluzioni di Indra con un impatto su aree come la mobilità sostenibile, l’efficienza energetica, le città meno inquinanti e la protezione dell’ambiente.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5