Strategie ESG

Garofalo Health Care S.p.A.: avanti tutta sull’ESG con una politica di Diversità e Inclusione

L’operatore italiano di sanità privata rafforza il fronte dell’impegno per gli obiettivi di sviluppo sostenibile, approvando la Policy Diversity & Inclusion per valorizzare la centralità delle persone che ne fanno parte e rendendo noto che Standard Ethics ha migliorato l’outlook di breve periodo innalzandolo da “stabile” a “positivo”, confermando una buona conformità alle policy ESG

15 Nov 2021

Tra i principali operatori del settore della sanità privata accreditata in Italia che opera attraverso 28 strutture sanitarie d’eccellenza, situate tra le più virtuose regioni italiane, Garofalo Health Care S.p.A. (“GHC”) conferma l’assoluta rilevanza dei temi di sostenibilità nell’ambito della propria strategia aziendale, continuando ad investire nel rispetto degli impegni definiti nella Roadmap ESG approvata nel 2020.

A tal riguardo, comunica di aver approvato la Policy Diversity & Inclusion con l’obiettivo di definire indirizzi, linee guida e impegni in merito alle tematiche di diversità ed inclusione fondati sulla comprensione, il rispetto e la valorizzazione delle differenze di ciascuna persona all’interno del Gruppo. Policy con cui GHC conferma la volontà di contribuire attivamente agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (o Sustainable Development Goals, SDG) definiti dalle Nazioni Unite e in particolare agli SDG n. 5 (“Parità di genere”), n. 8 (“Lavoro dignitoso e crescita economica”) e n. 10 (“Ridurre le diseguaglianze”).

A conferma della continua e progressiva attenzione posta nei confronti delle tematiche ESG, la Società rende altresì noto che Standard Ethics Ltd., agenzia indipendente che emette rating extra-finanziari di sostenibilità, ha migliorato l’outlook di breve periodo di GHC innalzandolo da “Stabile” a “Positivo” e confermando il rating Investment Grade sui temi ESG (EE-). Secondo Standard Ethics, le strategie di GHC sono allineate alle indicazioni volontarie provenienti da ONU, OCSE e UE e il processo di implementazione delle politiche ESG risulta caratterizzato da una costante attenzione all’innovazione da parte del management, confermando una visione di lungo periodo positiva.

Le valutazioni si basano su una scala che comprende 9 voti in lettere. Qualsiasi valutazione uguale o superiore a “EE-” indica una buona conformità

“Tutto ciò posiziona la Società come operatore best-in-class anche in relazione alle tematiche non finanziarie – commenta il Presidente del Consiglio di Amministrazione Alessandro Maria Rinaldi che continua “GHC, che da sempre considera la sostenibilità un elemento fondante del proprio DNA, proseguirà i suoi sforzi per allinearsi alle indicazioni più virtuose definite in ambito internazionale da ONU, OCSE e Unione Europea”.

L’impegno di GHC in termini ESG

GHC riconosce nella centralità e nell’unicità della persona uno dei suoi pilastri fondanti e ritiene prioritario assicurarsi che tutti i dipendenti e collaboratori possano esprimere ogni giorno il proprio potenziale, sentendosi valorizzati nella piena espressione delle proprie caratteristiche, elemento imprescindibile per una gestione aziendale sana e sostenibile nel lungo termine. Nello specifico, la Policy individua cinque principali ambiti di intervento: (i) non discriminazione e promozione della diversità (con particolare riguardo ai temi legati alla valorizzazione della professionalità femminile, alla tutela dell’orientamento affettivo sessuale e all’inclusione di persone con diversa abilità), (ii) pari opportunità ed equilibrio di genere, (iii) ambiente di lavoro inclusivo, (iv) diversità nella composizione degli organi sociali, (v) diffusione della cultura della diversità in azienda e disponibilità all’ascolto.

WHITEPAPER
Telemedicina: come attivare una valida rete ospedale-medici-territorio
Sanità

Quanto al comunicato stampa rilasciato da Standard Ethics, si evince che la società “ha avviato un particolare processo di diversificazione geografica e settoriale sul territorio nazionale contando su un azionariato stabile e di maggioranza – spiegano gli analisti -. Il processo di implementazione delle politiche ESG è frutto dell’attitudine del management a mantenere costante l’attenzione verso l’innovazione ed ha generato un buon sistema di rendicontazione extra-finanziaria, una governance della Sostenibilità che include un processo di risk management sui temi extra-finanziari, varie policy ESG ed anche, dal 2021, un piano di incentivazione di lungo termine collegato a rating di sostenibilità ed alla performance energetica ambientale”. Standard Ethics aggiunge che le strategie sono – in generale – allineate alle indicazioni volontarie provenienti da Onu, Ocse e Ue. La visione di lungo periodo è positiva.

Immagine fornita da Shutterstock

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5