Best practice ESG

Delivery sostenibile: patto Ford-Hermes per consegne più veloci ed ecologiche

Al via la sperimentazione di un servizio di corrieri che, attraverso il software intelligente MoDe:Link di Ford, potrebbe ridurre l’impatto ambientale nelle città e i tempi di consegna al cliente. Obiettivi: migliorare la qualità dell’aria e ridurre il traffico in strada

17 Feb 2021

Redazione ESG360

Rendere il delivery un comparto non solo efficiente, ma anche ecologicamente sostenibile? In un momento storico in cui la richiesta di consegne a domicilio ha raggiunto il suo apice, senza mostrare segni di rallentamento, i corrieri, ai quali viene chiesto di consegnare un crescente quantitativo di merci in modo più rapido ed efficiente, si trovano sempre più sotto pressione.
In tale scenario, Ford ha avviato insieme ad Hermes la sperimentazione di un servizio sostenibile che potrebbe ridurre l’impatto ambientale nel settore delivery nelle città riducendo al tempo stesso i tempi di consegna al cliente. L’intento della collaborazione è quello di contribuire a migliorare la qualità dell’aria, nonché di ridurre il traffico in strada. L’operazione contribuirà quindi a qualificare la dimensione ESG dei due partner promotori.

La chiave è il software intelligente MoDe:Link di Ford, che consente di coordinare l’attività dei tradizionali furgoni utilizzati per le consegne con quella di corrieri, individuando luoghi sicuri in cui gli autisti possano parcheggiare a pochi passi da vari indirizzi di consegna e affidando l’ultimo miglio a corrieri che raggiungono a piedi l’indirizzo del destinatario.
L’iniziativa, nelle intenzioni, potrebbe consentire un utilizzo più efficace dei furgoni su strada nonché contribuire a ridurre l’inquinamento atmosferico e la congestione del traffico.

Consegne intelligenti con una semplice app per smartphone

MoDe:Link, il software di logistica intelligente di Ford, individua luoghi sicuri in prossimità degli indirizzi di consegna per poi affidare l’ultimo miglio a corrieri che si muovono a piedi, organizzati in gruppi e coordinati dal software stesso.
I corrieri utilizzano una semplice app per smartphone che fornisce indicazioni su dove parcheggiare il furgone e sul tragitto più comodo per consegnare i pacchi. L’app si integra con i sistemi di tracciamento di Hermes per offrire ai clienti visibilità in tempo reale sullo stato delle loro consegne.
Per ogni spedizione, il sistema organizza l’intero itinerario, dalla partenza dal deposito, tramite veicolo, fino all’indirizzo di consegna raggiunto a piedi, garantendo elevati livelli di efficienza e sostenibilità. Dopo il progetto pilota avviato a Londra, Ford e Hermes intendono ora estendere il servizio ad altre zone del Regno Unito.

WEBINAR
5 best practice per un cloud journey di successo!

Last Mile Delivery è solo una delle varie iniziative messe in atto da Ford per capire in che modo le tecnologie connesse possano contribuire a ridurre l’inquinamento nelle città. Un recente studio condotto in tre città europee ha dimostrato come la blockchain e il geofencing dinamico possano essere integrati in veicoli elettrici ibridi plug-in, come il Ford Transit Custom Plug-In Hybrid, per contribuire a migliorare la qualità dell’aria nelle zone urbane, con evidenti vantaggi per le città, i cittadini e gli operatori di settore.

Partnership già testata a Londra

Hermes è uno dei principali leader nel settore delle consegne a domicilio nel Regno Unito, con oltre 630 milioni di spedizioni gestite nel 2020. La partnership con Ford è stata lanciata a settembre dal team dell’Hermes Innovation Lab e messa subito alla prova in una zona centrale di Londra, in uno dei periodi più intensi in fatto di spedizioni.

Durante il picco natalizio il servizio pilota ha registrato una domanda senza precedenti. Due furgoni Ford Transit, affiancati da una squadra composta da otto corrieri, hanno coperto le zone corrispondenti a tre codici postali consegnando lo stesso numero di pacchi normalmente recapitato da sei furgoni e in tempi decisamente più rapidi.

“Grazie a un coordinamento più intelligente, i corrieri potranno operare in modo più sostenibile ed efficiente, garantendo una migliore esperienza d’acquisto per i clienti – afferma Tom Thompson, Project Lead, Ford Mobility – . Le sperimentazioni effettuate con Hermes dimostrano che le consegne multimodali possono essere scalabili ed efficaci, anche nei periodi di punta”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5