A Vodafone Italia il sigillo di “Leader della Sostenibilità 2022″

La telco entra a far parte del ranking di Statista, che raccoglie insieme a Il Sole 24Ore, le 200 aziende italiane premiate come più sostenibili. Fra i meriti, l’aver anticipato gli obiettivi di zero emissioni proprie di gas a effetto serra al 2025. Inoltre, la società già da novembre 2020 alimenta la sua rete al 100% con fonti rinnovabili

06 Giu 2022

Vodafone Italia si aggiudica il sigillo di “Leader della Sostenibilità 2022” ed entra a far parte del ranking di Statista, azienda leader delle ricerche di mercato che, in collaborazione con Il Sole 24 Ore, raccoglie le 200 aziende italiane premiate come più sostenibili.

Fra i numerosi indicatori di prestazioni ESG esaminati nei bilanci di sostenibilità e rappresentativi della responsabilità aziendale nei confronti della sostenibilità ambientale ci sono ad esempio le emissioni di CO2 e il consumo energetico. Vodafone Italia ha anticipato gli obiettivi di zero emissioni proprie di gas a effetto serra al 2025 e già da novembre 2020 alimenta la sua rete al 100% con fonti rinnovabili tramite l’acquisto di energia prodotta da fonti rinnovabili certificate per la propria rete e anche per i propri uffici. Vodafone Italia si è così posizionata all’avanguardia anche rispetto ai già ambiziosi obiettivi di Vodafone a livello mondiale.

Nel 2020 gli obiettivi di Vodafone di riduzione di gas a effetto serra al 2030 sono stati approvati da Science Based Targets initiative, in linea con le riduzioni necessarie a limitare l’aumento della temperatura a 1.5°C, il più ambizioso obiettivo stabilito dall’Accordo di Parigi. In questo modo Vodafone è uno dei primi grandi operatori di telecomunicazioni a sviluppare i propri obiettivi seguendo i principi stabiliti per il settore ICT.

Impegno green a 360 gradi

Nel 2021 Vodafone ha aderito alla Circular Electronics Partnership, che riunisce i leader di tutta la catena del valore per guidare soluzioni di circolarità per i prodotti elettronici. E in occasione della COP26 a Glasgow, nell’ottobre 2021 Vodafone Italia, Officine Italia e Politecnico di Milano hanno organizzato Italy Goes Green, un evento che ha consentito a giovani, esperti e rappresentanti di aziende leader di confrontarsi sui temi chiave del riscaldamento globale.

WHITEPAPER
Sostenibilità e impatto: il PNRR occasione irripetibile per il futuro digitale
Sviluppo Sostenibile

L’azienda ha inoltre fatto passi importanti per estendere il proprio impegno green al mondo consumer dando modo ai propri clienti di fare scelte più consapevoli nel rispetto dell’ambiente. Recentemente Vodafone, in consorzio insieme a Deutsche Telekom, Orange, Telefónica e Telia Company ha lanciato Eco Rating, un nuovo sistema di valutazione ecologica che aiuta i consumatori a identificare e confrontare i telefoni cellulari più sostenibili valutando l’impatto degli smartphone sul pianeta durante il loro intero ciclo di vita, dal processo produttivo all’utilizzo, fino allo smaltimento.

Attenzione all’economia circolare

Ha avviato il programma Smartphone Trade-in, grazie al quale il cliente che acquista alcuni modelli di smartphone presso i negozi Vodafone ha la possibilità di consegnare il suo vecchio dispositivo, che potrà avere una seconda vita attraverso la rigenerazione oppure il recupero dei materiali. Un progetto confermato anche lo scorso 22 aprile in occasione della Giornata della Terra, quando Vodafone ha lanciato la nuova campagna Switch to Green per incoraggiare un utilizzo sempre più responsabile e sostenibile della tecnologia e dando nuovo impulso al progetto che invita tutte le persone a donare nuova vita ai vecchi smartphone portandoli nei Vodafone Store per una loro valutazione e per consentirne il ricondizionamento.

Una ulteriore iniziativa rivolta ai clienti consumer è la rigenerazione delle Vodafone Station, grazie alla quale i clienti hanno la possibilità di restituire le Station e altre apparecchiature utilizzate per la linea fissa permettendo a Vodafone di rigenerarle e riutilizzarle, evitando che diventino rifiuti. In caso di recesso del contratto, infatti, il cliente può riconsegnare le apparecchiature negli appositi punti di ritiro oppure prenotare gratuitamente il ritiro di un corriere a casa.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5