Performance

Akamai: oltre il 50% della piattaforma è alimentato da energia rinnovabile

Pubblicato il report annuale sulla sostenibilità 2021: compiuti progressi significativi verso il conseguimento dei cinque obiettivi globali che si propone di raggiungere entro il 2030.

14 Mar 2022

Redazione ESG360

Akamai Technologies, azienda specializzata in soluzioni di promozione e protezione delle experience digitali, pubblica il suo report sulla sostenibilità per il 2021. Il rapporto include gli aggiornamenti relativi ai cinque obiettivi che l’azienda si propone di raggiungere entro il 2030:

  1. uso di energia rinnovabile al 100%;
  2. incremento del 50% dell’efficienza energetica della piattaforma;
  3. eliminazione delle emissioni di anidride carbonica della piattaforma;
  4. gestione responsabile della supply chain;
  5. espansione globale del riciclo dei rifiuti elettronici al 100%.

Progressi significativi sono stati compiuti in merito a ciascuno di questi obiettivi.

“Negli ultimi due anni, Internet è diventato vitale per tutti noi, poiché ci ha consentito di lavorare, vivere, acquistare, imparare e giocare, in qualsiasi luogo e momento. Tuttavia, questo strumento fondamentale rappresenta una parte significativa della domanda di elettricità globale”, dichiara Nicole Fitzpatrick, Deputy General Counsel e Chief ESG Officer di Akamai Technologies. “Akamai è impegnata attivamente per ridurre l’impronta ecologica di Internet e, lo scorso anno, si è posta obiettivi sfidanti al riguardo. Siamo lieti di comunicare che finora abbiamo compiuto notevoli progressi e continueremo sulla strada intrapresa”.

Il punto sui 5 target

1. Energia rinnovabile al 100%

Per ridurre l’impatto delle emissioni di anidride carbonica dovute alla crescita della piattaforma, Akamai si è focalizzata sull’aumento dell’energia proveniente da fonti rinnovabili nella rete globale. Nel 2021, oltre il 50% dell’Akamai Intelligent Edge Platform è stato alimentato da energia rinnovabile, di cui il 20% è stato generato dai tre progetti messi in atto da Akamai in questo settore: due impianti eolici, uno in Texas e l’altro nell’Illinois, e un impianto fotovoltaico in Virginia. Nel 2021, per compiere ulteriori progressi verso questo obiettivo, Akamai ha avviato un quarto progetto per l’energia rinnovabile: l’impianto eolico Azure Sky nel Texas settentrionale, che sarà operativo nel 2022.

WHITEPAPER
Smart Grid: qual è l’impatto della generazione distribuita sulle reti intelligenti?
Networking
Utility/Energy

2. Incremento del 50% dell’efficienza energetica della piattaforma

L’incremento dell’efficienza dell’Akamai Intelligent Edge Platform è un passaggio fondamentale per un uso responsabile dell’elettricità nelle attività di Akamai. L’obiettivo dell’azienda per il 2030 è incrementare l’efficienza della piattaforma del 50% rispetto al dato di riferimento del 2020. Dall’annuncio dei suoi goal, nel 2021, Akamai ha reso la sua rete il 28% più efficace del punto di vista energetico per unità di capacità della piattaforma, nonostante gli aumenti del 60%.

3. Eliminazione del 100% delle emissioni di CO2 della piattaforma

Tra le aspirazioni di Akamai, rientra l’eliminazione delle emissioni di gas serra della sua piattaforma entro il 2030. Questo obiettivo è particolarmente arduo da conseguire perché le attività dell’azienda sono ampiamente distribuite in più di 830 città in tutto il mondo e la disponibilità di fonti energetiche non è quasi mai sotto il controllo diretto di Akamai. Per perseguire questo impegno, Akamai collabora con i partner dei data center per definire delle best practice per l’approvvigionamento di energia rinnovabile.

Inoltre, nel 2021 Akamai ha firmato l’iniziativa Business Ambition for 1.5°C di Science Based Targets, ha partecipato al progetto Race to Zero tramite la campagna Global Citizen Live ed è diventata membro fondatore del Greening of Streaming per affrontare le crescenti preoccupazioni in merito all’impatto energetico del settore dello streaming.

4. Gestione responsabile della supply chain

Akamai prende molto sul serio l’idea di un’azione collettiva nel suo approccio alla supply chain tramite il coinvolgimento e la stretta collaborazione con partner affidabili. Nel 2021, Akamai ha migliorato il suo programma per la supply chain con il lancio del Responsible Supply Chain Program (RSCP), con un particolare focus sulla sostenibilità ambientale.

5. Espansione globale del riciclo dei rifiuti elettronici al 100%

Attualmente, Akamai invia tutti i rifiuti elettronici, inclusi i server dislocati in tutto il mondo, ad impianti certificati e-Stewards negli Stati Uniti per consentirne un appropriato smaltimento. In tal modo, vengono garantiti i più elevati standard per la sicurezza dei dati dei clienti e un’efficace gestione a valle di tutti i materiali tossici, insieme ad un’esportazione responsabile e a norma di legge. Nel 2021, Akamai ha continuato a riciclare il 100% dei suoi rifiuti elettronici in conformità con questi standard e ha iniziato ad individuare gli impianti di riciclo certificati più vicini a tali rifiuti.

“Gli obiettivi per il 2030 definiti lo scorso anno sono ambiziosi, ma abbiamo già compiuto significativi progressi verso il loro conseguimento”, ha affermato Mike Mattera, Director Corporate Sustainability di Akamai Technologies. “Akamai si impegna nell’intento di creare un Internet più ecologico, ma non può farlo da sola. L’opportunità di rendere il progresso davvero sostenibile riguarda tutto il settore. Solo collaborando come forza trainante collettiva possiamo davvero creare un Internet più sostenibile per tutti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5