Sostenibilità ambientale

Noovle diventa Società Benefit e punta sulla trasformazione digitale sostenibile

Cloud company del Gruppo TIM, Noovle ha assunto la struttura giuridica di Società Benefit con l’obiettivo di generare valore per i cittadini e le imprese operando secondo le più recenti best practice in tema di sostenibilità ambientale

11 Ago 2021

Noovle ha acquisito la denominazione di Società benefit, appellativo che contraddistingue un’impresa che opera in modo sostenibile e trasparente nell’interesse della collettività. Le Società Benefit, lo ricordiamo, sono state introdotte in Italia nel 2016 per identificare quelle aziende che, oltre agli obiettivi di business, perseguono anche finalità di beneficio comune, con l’obiettivo di generare valore per i cittadini, le imprese e le realtà produttive del Paese.

Prima azienda del Gruppo TIM a cambiare lo statuto in Società Benefit, la cloud company Noovle ha raggiunto questo importante risultato in virtù dello sviluppo di data center progettati e costruiti secondo criteri di eco-sostenibilità, certificati in base agli standard internazionali (LEED Gold), che prevedono l’uso efficiente degli spazi, un ridotto consumo energetico e una particolare attenzione ai materiali utilizzati. Noovle pone poi particolare attenzione all’adozione di modelli di economia circolare per la rigenerazione dei server e degli apparati al fine di aumentarne la vita utile. Inoltre, in linea con la politica energetica adottata dal Gruppo TIM, tali infrastrutture utilizzano in modo incrementale energia da fonti rinnovabili.

Un business a zero emissioni di gas serra

Nel processo di trasformazione, che l’ha portata a modificare lo status giuridico e ad assumere quello di Società Benefit (o Benefit Corporation), Noovle è stata affiancata da Nativa, Regenerative Innovation Company e prima Società Benefit e B Corp certificata in Europa. Questo è però solo il primo passo di un progetto che ha come obiettivo un’evoluzione progressiva del modello di business verso un’economia a zero emissioni di gas serra, in linea con gli obiettivi europei di neutralità climatica e quelli nazionali di transizione ecologica.

WHITEPAPER
Sfrutta l’identità digitale per accelerare l’onboarding e migliorare la relazione con i tuoi clienti
Dematerializzazione
Digital Transformation

“Sviluppare tecnologie digitali sostenibili è la sfida che abbiamo davanti, quindi guardiamo a questo passaggio come ad un momento molto significativo per Noovle, per il suo impatto e il ruolo nel Paese, e lo consideriamo un prezioso strumento in più per definire nuove iniziative – dichiara Mariarosaria Taddeo, Presidente di Noovle –. Diventando Società Benefit rispondiamo alla duplice esigenza di creare una società digitalizzata sostenibile e un ambiente professionale più equo ed inclusivo. Siamo convinti che grazie a questo percorso nasceranno iniziative che genereranno valore sociale e ambientale”.

“L’impegno che Noovle associa a questa trasformazione rappresenta l’evoluzione naturale di un’azienda fondata su solidi valori – sottolinea Carlo d’Asaro Biondo, Amministratore Delegato di Noovle –. Partiamo dall’assunto che siamo tutti responsabili della tutela degli ecosistemi e che sia necessario considerare l’ambiente, l’economia e la società come parti indissolubili di un unico organismo. Il passaggio a Società Benefit rafforza il nostro impegno nel promuovere la digitalizzazione nel Paese secondo criteri innovativi e in linea con gli obiettivi di sostenibilità del Gruppo TIM”.

Accelerare una trasformazione digitale sostenibile

Noovle intende accelerare la trasformazione digitale di imprese attraverso innovativi servizi e soluzioni cloud e una rete di data center distribuita su tutto il territorio nazionale, realizzata secondo i più avanzati standard tecnologici e di sicurezza e le più recenti best practice in tema di sostenibilità ambientale, nel rispetto degli obiettivi ESG di Gruppo.

A fronte del passaggio a Società Benefit, e con l’obiettivo di diventare un modello di riferimento, Noovle si impegna a comunicare annualmente i risultati ottenuti attraverso la propria ‘Relazione di Impatto’ misurando i benefici sociali e ambientali generati.

Immagine fornita da Shutterstock

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5