Iniziativa

Governance ESG: l’Ue a sostegno delle donne nel comparto tecnologie superavanzate

Lanciato il progetto pilota“Women TechEu”: supporto alle start-up a guida femminile per aiutarle a diventare futuri campioni hi-tech

13 Ago 2021

Redazione ESG360

La Commissione europea ha lanciato “Women TechEU”, un nuovo programma dell’UE che sostiene le start-up a guida femminile “superavanzate” dal punto di vista tecnologico per aiutarle a diventare futuri campioni di tecnologia. Il sostegno rientra nel nuovo programma sugli ecosistemi dell’innovazione di Orizzonte Europa ed è stato ulteriormente incentivato dal Consiglio europeo per l’innovazione (CEI).

Obiettivo: combattere il divario di genere

Le statistiche evidenziano che attualmente solo il 15 % delle start-up innovative è fondato o cofinanziato da donne, mentre appena il 6 % ha gruppi fondatori composti da sole donne. Queste imprese guidate da donne raccolgono meno capitale di rischio rispetto alle loro controparti composte da soli uomini, compresi gli investimenti essenziali nella fase iniziale; anche i loro introiti tendono ad essere inferiori. In tutta Europa solo il 5 % circa del capitale di rischio è destinato a gruppi composti da giovani imprenditrici e imprenditori, e appena il 2 % a gruppi composti solo da donne.

WHITEPAPER
Efficienza, sostenibilità e sicurezza con la gestione e tenuta dei libri sociali digitali
Dematerializzazione
Digital Transformation

Women TechEU punta a combattere tale divario di genere in materia di innovazione sostenendo le start-up a guida femminile durante le fasi iniziali e più rischiose. Il sostegno finanziario per le start-up guidate da donne prevede sovvenzioni pari a 75mila euro nonché l’offerta di coaching e tutoraggi di eccellenza attraverso il programma EIC Women Leadership. Anche il programma EIC Accelerator è rivolto anche alle start-up guidate da donne, ma il nuovo regime Women TechEU si contraddistingue perché offre sostegni nella fase iniziale e formativa delle imprese, puntando ad aumentare il numero di donne che lanciano una propria start-up.

“Con Women TechEU miriamo ad aumentare il numero di start-up guidate da donne e a creare un ecosistema europeo a tecnologia avanzata più equo e prospero – afferma Mariya Gabriel, Commissaria responsabile per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani -. Siamo convinti che il sostegno fornito oggi alle fondatrici di imprese a tecnologia avanzata aumenterà le loro possibilità di successo e stimolerà l’ecosistema europeo dell’innovazione nel suo complesso, attingendo a un maggior numero di talenti femminili.”

Finanziamenti alle 50 start-up più promettenti

Saranno fino a 50 le start-up a tecnologia avanzata più promettenti (sia negli Stati membri dell’UE che nei paesi associati) a ricevere finanziamenti nell’ambito del primo invito pilota Women TechEU che si concluderà il 10 novembre 2021.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

C
Commissione europea

Approfondimenti

E
Europa
S
Sviluppo sostenibile

Articolo 1 di 5