Investimenti sostenibili

Tabula lancia su Borsa Italiana il primo ETF europeo focalizzato sul clima

Quotato il primo UCITS ETF EUR IG Climate Bond, allineato all’accordo di Parigi. Ora gli investitori italiani possono accedere a un prodotto che sfrutta un robusto screening ESG, in grado di escludere le obbligazioni di società in violazione di “norme sociali”, che vendono armi controverse e tabacco o che causano danni ambientali significativi

16 Dic 2021

Redazione ESG360

Il provider di ETF obbligazionari Tabula Investment Management Limited ha quotato il primo UCITS ETF EUR IG Climate Bond, allineato all’accordo di Parigi, su Borsa Italiana. La nuova quotazione offre agli investitori italiani l’accesso al primo ETF EUR IG Articolo 9 in Europa focalizzato sul clima, e in particolare sulla riduzione delle emissioni di gas serra in linea con gli obiettivi dell’accordo di Parigi. L’ETF è stato lanciato nel gennaio 2021 su Xetra, e ha già attirato oltre 100 milioni di dollari in assets da investitori istituzionali.

Perché un esposizione EUR IG allineata all’accordo di Parigi?

COOL permette agli investitori passivi di allineare le allocazioni di obbligazioni corporate EUR IG a uno scenario di Parigi di 1,5°C. L’ETF ha una metodologia di selezione del portafoglio molto trasparente e soddisfa gli standard dei benchmark dell’UE allineati a Parigi (PAB), il che si traduce in una significativa riduzione delle emissioni del portafoglio. Gli investitori possono utilizzare l’ETF per ridurre le emissioni della loro allocazione di obbligazioni Euro IG di oltre il 60% rispetto al benchmark generico non ESG (al 30 novembre 2021).

WHITEPAPER
Come cambia il Retail tra ecommerce, piccoli rivenditori e la spinta al cashless

L‘ETF usa un robusto screening ESG, che esclude le obbligazioni di società in violazione di “norme sociali” (sui diritti umani e sul lavoro, per esempio), di quelle che vendono armi controverse e tabacco, e delle società che causano danni ambientali significativi.

Secondo le linee guida SFDR Europee, COOL è stato classificato come un fondo Articolo 9, il che significa che contribuisce ad un “obiettivo sostenibile” con un obiettivo specifico di ridurre le emissioni totali di gas serra (GHG). In un mercato in cui la trasparenza per gli investitori finali è fondamentale, Tabula produce report mensili sulle emissioni e aggiornamenti trimestrali, fornendo metriche di performance e sulle emissioni, incluse notizie rilevanti relative al clima, recenti esclusioni/inclusioni dall’indice e attività di stewardship.

“Affrontare il cambiamento climatico è probabilmente la questione che definisce la nostra epoca e nondimeno tocca anche tutti i portafogli di investimento”, afferma il CEO di Tabula, Michael John Lytle. “Gli investitori hanno bisogno di utilizzare soluzioni specialistiche per investire sul clima, sopratutto perché c’è bisogno di uno spostamento importante di asset allocations verso una gamma di investimenti a impatto climatico.”

L’impegno di Tabula sul fronte Environment

Il Tabula EUR IG Bond Paris-aligned Climate UCITS ETF  è ora quotato su Borsa Italiana con ticker COOL IM ad un costo di 0,25%. L’ETF è già disponibile su Xetra mentre la share class SEK-Hedged ad accumulo è disponibile su Cboe.

Tabula è fermamente impegnata a sostenere gli investimenti ESG. È firmataria dei Principi per l’investimento responsabile sostenuti dall’ONU e del Climate Action 100+. Inoltre, Tabula è membro dell’Institutional Investors Group on Climate Change e mira ad impegnarsi attivamente con i fornitori di indici per migliorare gli standard ESG negli indici obbligazionari nuovi ed esistenti. È anche un’azienda certificata carbon neutral dal 2020.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5