Finanza ESG

Gestire l’esposizione finanziaria grazie all’analisi degli scenari climatici: ecco come agire

L’analisi di Andrew Flynn, Director Climate & ESG Solutions di Ortec Finance: “Un’ampia disponibilità di una vasta gamma di scenari climatici, purché plausibili, aiuta a guidare le istituzioni finanziarie lontano dal ‘pensiero di gruppo’ e a ridurre i rischi finanziari a lungo termine dovuti al cambiamento climatico”

Pubblicato il 11 Ago 2023

Schermata 2023-08-11 alle 13.55.36

“L’incertezza è intrinseca al cambiamento climatico. Mentre le realtà del fenomeno diventano sempre più evidenti con il passare delle stagioni, non è chiaro quanto velocemente o in che modo avvenga tale cambiamento. In mezzo a tale incertezza, c’è una crescente pressione sul settore finanziario globale, da un punto di vista regolamentare, fiduciario e sociale, per comprendere le sue implicazioni. Ciò spingerà sempre più le istituzioni finanziarie a gestire la propria esposizione a questi impatti a lungo termine integrando il cambiamento climatico nel processo di investimento“.

Lo afferma Andrew Flynn, Director Climate & ESG Solutions, Ortec Finance, in un’analisi che tenta di dare risposta a uno dei quesiti chiave del complesso scenario che vede interagire Finanza e strategie ESG: qual è il ruolo del climate change nei processi di investimento?

Gestire l’esposizione finanziaria grazie al focus sul climate change

Le istituzioni finanziarie si stanno rivolgendo all’analisi degli scenari climatici per individuare i rischi e le opportunità legate al cambiamento climatico al fine di gestire la propria esposizione. L’analisi degli scenari climatici considera una serie di possibili percorsi climatici futuri, nonché lo sviluppo economico e di mercato ad essi associato. Ciò consente alle istituzioni finanziarie di concentrarsi sull’identificazione e valutazione dei rischi finanziari legati al clima che potrebbero derivare da un ambiente in evoluzione. Facilita una ricerca strutturata su come determinati rischi finanziari legati al clima potrebbero manifestarsi in futuro per le istituzioni finanziarie – tra cui fondi pensione, compagnie di assicurazione, fondi sovrani, gestori di asset e banche – e i loro portafogli di investimento.

Le istituzioni finanziarie che considerano l’utilizzo dell’analisi degli scenari climatici hanno la possibilità di:

  • fare riferimento a scenari disponibili pubblicamente sviluppati dalla Network of Central Banks and Supervisors for Greening the Financial System (NGFS);
  • acquistare set di scenari alternativi sviluppati utilizzando diverse metodologie e ipotesi di modellizzazione;
  • sviluppare i propri scenari personalizzati per riflettere le proprie specifiche opinioni e ipotesi.

Selezionare gli scenari più appropriati

La diversità degli scenari sta creando confusione sul mercato su come selezionare gli scenari più appropriati per raggiungere i propri obiettivi.

I più utilizzati di questi sono gli scenari disponibili pubblicamente. L’accessibilità gratuita di questa categoria ha fatto sì che abbiano avuto successo nel creare consapevolezza sulla necessità di gestire i rischi e le opportunità legate al clima e sull’efficacia di questo strumento nel supportare le decisioni di investimento a lungo termine. Tuttavia, la natura “taglia unica” degli scenari disponibili pubblicamente presenta molte insidie, tra cui la mentalità del branco e una mancanza di diversità di opinioni. Se non viene messa in discussione, questo potrebbe diventare un fattore di rischio climatico sistematico.

Ciò potrebbe essere evitato affidandosi a una gamma più diversificata di scenari climatici che siano più rappresentativi delle dinamiche e delle ipotesi del mondo reale. Le istituzioni finanziarie potrebbero guardare agli scenari personalizzati che offrono una maggiore flessibilità e dettaglio nell’incorporare opinioni specifiche e ipotesi dettagliate che siano rappresentative del contesto operativo di un’istituzione. Tuttavia, questi modelli richiedono molte risorse e possono essere complessi e richiedere molto tempo per essere sviluppati.

L’importanza degli scenari alternativi

“Gli scenari alternativi, in questo contesto, offrono l’opzione più fattibile per le istituzioni finanziarie, in particolare per quelle che hanno risorse limitate ma desiderano affrontare seriamente i rischi e le opportunità legati al clima nel loro processo di investimento – spiega Andrew Flynn –. Offerti da società specializzate in terza parte, gli scenari alternativi sono soluzioni preconfezionate che forniscono una gamma più completa di parametri che possono essere utilizzati per integrare i set di scenari disponibili pubblicamente. Ortec Finance è uno dei fornitori di scenari climatici alternativi e, infatti, ha introdotto per primo questa applicazione di modellazione degli scenari climatici più di cinque anni fa”.

“Un’ampia disponibilità di una vasta gamma di scenari climatici, purché plausibili, aiuta a guidare le istituzioni finanziarie lontano dal ‘pensiero di gruppo’ e a ridurre i rischi finanziari a lungo termine dovuti al cambiamento climatico”, conclude Flynn.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5