Performance Esg

Il 2021 di Philips: giù la CO2 del 12%, 16% di ricavi dalla circular economy, 28% di donne manager

L’azienda, già “carbon neutral” dal 2020, conferma l’allineamento ai propri target Esg: fra i risultati registrati, anche il miglioramento delle condizioni di vita per 1,7 miliardi di persone a livello globale attraverso prodotti, servizi e soluzioni di tecnologie sanitarie

09 Mar 2022

Redazione ESG360

Royal Philips, leader globale nel settore dell’Health Technology, rende noti i principali risultati ESG (ambientale, sociale e di governance) raggiunti nel 2021, proseguendo l’impegno di mettere a disposizione tecnologie innovative per migliorare la salute delle persone. I risultati includono 1,7 miliardi di vite migliorate grazie ai prodotti, ai servizi e alle soluzioni Philips per la salute e la cura della persona, il 16% delle vendite di soluzioni basate su economia circolare e la confermata carbon neutrality nelle operazioni.

“La nostra mission è quella di migliorare la salute e il benessere delle persone con soluzioni innovative in grado di fare la differenza, operando in modo responsabile e sostenibile”, ha affermato Frans van Houten, CEO di Royal Philips. “Sono orgoglioso che Philips abbia mantenuto gli impegni presi in ambito ESG, tra cui il raggiungimento di 1,7 miliardi di persone, di cui 167 milioni nelle comunità svantaggiate, grazie ai nostri prodotti, servizi e soluzioni. Motivati dalla creatività e dalla dedizione delle nostre persone in tutto il mondo, continueremo ad alzare l’asticella, per noi stessi e per i nostri partner lungo l’intera catena del valore”.

Gli highlight delle performance 2021

Le performance di Philips in materia ambientale, sociale e di governance è parte integrante del rapporto annuale Philips 2021. Di seguito gli highlight.

WHITEPAPER
Efficienza, sostenibilità e sicurezza con la gestione e tenuta dei libri sociali digitali
Dematerializzazione
Digital Transformation

Ambientale

  • I ricavi provenienti da vendite di soluzioni basate su economia circolare hanno rappresentato il 16% delle vendite nel 2021, trainati da soluzioni informatiche per la sanità in grado di efficientare i tempi di attività e l’utilizzo delle apparecchiature medicali, aggiornamenti di sistemi e software per migliorarne le funzionalità ed estenderne la durata, riutilizzo di parti e sistemi ricondizionati, nonché modelli di noleggio di prodotti e leasing operativi. Perseguendo l’impegno ad estendere il programma di trade-in a tutte le proprie macchine e dispositivi medici entro il 2025, oltre 3.000 sistemi sono stati restituiti all’azienda per un riciclaggio/riutilizzo responsabile. Inoltre Philips ha ridotto del 29% la quantità di rifiuti prodotti nei propri siti rispetto al 2020. Dei rifiuti prodotti, l’87% è stato riutilizzato.
  • Pur essendo già carbon neutral nelle proprie operazioni, nel 2021 Philips ha ulteriormente ridotto del 12% le rimanenti emissioni di CO2 legate ai propri siti, installando pannelli solari e rendendo i suoi edifici più efficienti dal punto di vista energetico. L’azienda ha anche continuato ad adottare modalità di trasporto a basse emissioni di carbonio, riducendo l’utilizzo del trasporto aereo, promuovendo una policy più rigorosa, ottimizzando la posizione dei propri magazzini e rendendo la sua flotta di veicoli elettrica.
  • Philips ha intensificato il suo programma di sostenibilità rivolto ai fornitori affinché almeno il 50% di questi si impegni a raggiungere obiettivi SBT (Science Base Targets) per la riduzione delle emissioni di CO₂ entro il 2025. Questa importante spinta per decarbonizzare la propria catena di approvvigionamento avrà un impatto potenzialmente sette volte maggiore della riduzione delle emissioni di CO₂ delle attività di Philips. Nel 2021, il 28% degli acquisti di Philips è stato effettuato presso fornitori che si sono impegnati per obiettivi di riduzione di CO₂ science-based. Le azioni di Philips per coinvolgere i fornitori nella lotta ai cambiamenti climatici sono state riconosciute, per il quinto anno consecutivo nel 2021, da CDP, organizzazione no-profit per la divulgazione dell’impatto ambientale.

Sociale

  • Nel 2021, Philips ha raggiunto 1,7 miliardi di persone, di cui 167 milioni in comunità svantaggiate (con il contributo di Philips Foundation) con i suoi prodotti e servizi avvicinando così l’azienda all’obiettivo di migliorare 2 miliardi di vite all’anno, di cui 300 milioni di persone in comunità svantaggiate, entro il 2025.
  • Nell’ambito dei suoi impegni ESG, Philips mira a migliorare la vita di 1 milione di lavoratori nella propria supply chain entro il 2025. Tra i fornitori che partecipano al Philips’ Supplier Sustainability Program, nel 2021 il numero di dipendenti che ha beneficiato di un impatto positivo è cresciuto fino a circa 430mila.
  • Il punteggio medio di coinvolgimento dei dipendenti di Philips è rimasto alto: 79%, superando il benchmark Fortune 500. Philips si è aggiudicata il primo posto nell’elenco di Forbes “America’s Best Employers of 2021”, classificandosi alla 135° posizione tra le prime 500 grandi aziende in America sulla base di un sondaggio tra i dipendenti.
  • Nell’ambito del proprio impegno per la diversità di genere, Philips ha innalzato al 35% (dall’originale 30%) la quota da raggiungere nelle posizioni dirigenziali senior entro la fine del 2025. Nel 2021 la percentuale di donne in posizioni dirigenziali manageriali è salita al 28%.

Governance

  • Tutti i dati ESG di Philips sono monitorati dall’esterno al più alto livello, basandosi sulla solida esperienza di Philips in materia di trasparenza nei suoi piani, azioni e report ESG. Philips ha vinto l’annuale Dutch Kristal Prize 2021 per la sua trasparenza nei report, in particolare per quanto riguarda le questioni relative al clima.
  • Per il secondo anno, Philips ha pubblicato il suo Country Activity and Tax Report 2021, che descrive in dettaglio i contributi fiscali relativi a tutti i paesi in cui opera.
  • Per celebrare la Giornata dei diritti umani delle Nazioni Unite 2021, Philips ha pubblicato il Philips Human Rights Report 2021, un aggiornamento sui progressi di Philips nell’affrontare i diritti umani chiave nell’ultimo anno, insieme ai piani dell’azienda per un continuo progresso.
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5