Going Green

AI, IoT e Blockchain: Andel e IBM propongono una transizione energetica flessibile a THINK 2021

Flex Platform è una soluzione tecnologicamente avanzata in cui il consumo di elettricità e calore viene regolato per adattarsi alla produzione fluttuante da fonti di energia rinnovabile. Andel e IBM hanno unito le forze con attori selezionati e hanno creato una piattaforma per ottimizzare il sistema energetico e ridurre le emissioni complessive di CO2.

17 Mag 2021

Claudia Costa

Web Content Editor

Una nuova interfaccia tecnologica nella catena del valore dell’Energia, pensata per il potenziamento della produzione di energia sostenibile e l’elettrificazione della nostra società. La nuova soluzione, frutto della partnership tra il gruppo di reti energetiche e in fibra Andel e IBM Denmark offre ai grandi consumatori di energia (lo stato, i comuni, le regioni e le aziende) l’accesso a regolazioni continue del proprio consumo di elettricità di modo che il sistema energetico possa gestire la generazione di energia fluttuante da fonti rinnovabili. Insieme ad Andel, IBM sarà in grado di sviluppare e accelerare il mercato della flessibilità dei consumi, compreso il potenziale di coinvolgimento e attivazione di grandi città e aziende nella transizione verde.

La piattaforma Flex è una delle soluzioni sostenibili frutto della combinazione di Internet of Things, Artificial Intelligence e Blockchain più ambiziose al mondo con cui Andel sta democratizzando il modo in cui bilanciamo la produzione di energia sostenibile da centrali eoliche e solari, così come l’elettrificazione della società infondendo più veicoli elettrici, pompe di calore e accumulo di energia intersettoriale. La piattaforma aiuterà a eliminare gradualmente le centrali elettriche che entrano in uso durante i periodi di punta, regolando la necessità in altre parti del sistema energetico e contribuendo così a ridurre le emissioni di CO2. In questo modo avvantaggia la società attraverso la sostenibilità, oltre a compensare tutti i partecipanti al nuovo ecosistema energetico.

Grazie alla partnership e alla nuova soluzione IT, la Danimarca dovrebbe essere in grado di diventare una locomotiva per lo sviluppo e la diffusione di tecnologie verdi con un focus sulla flessibilità dei consumi, un mercato con un potenziale internazionale. Infatti, la Danimarca vanta un elevato utilizzo e un’espansione record di energia rinnovabile e finora il sistema energetico è stato in grado di gestire le fluttuazioni nella produzione, tra le altre cose lasciando che le “vecchie” centrali elettriche entrassero in azione quando la domanda superava la produzione. Ma se l’ambiziosa espansione delle energie rinnovabili deve continuare, è necessario adattare il consumo alla produzione fluttuante, tra le altre cose, di turbine eoliche e celle solari, nonché espandere le possibilità di stoccaggio dell’energia.

Andel introduce un game changer nella gestione della Energy Supplychain

Andel è la principale azienda energetica in Danimarca a partecipazione azionaria che offre una connessione Internet veloce, implementa infrastrutture di ricarica per auto elettriche e crea soluzioni ad alta efficienza energetica per la casa e il posto di lavoro. Trasporta elettricità a 1,4 milioni di clienti in Danimarca ed è il più grande fornitore di gas in Scandinavia. Attraverso le altre società del gruppo lavora per garantire la catena del valore dalla produzione di energia alla vendita, e come cooperativa crea benessere e crescita a livello regionale e nazionale.

WHITEPAPER
Ecobonus 110% agli sgoccioli? Legge in vigore e dove viene applicato. Scopri di più!
Utility/Energy
Energie Rinnovabili

Andel ha partecipato attivamente allo sviluppo dei partenariati ufficiali per il clima in Danimarca tra governo e settore privato. “Vogliamo essere pionieri nel settore sostenendo gli obiettivi di riduzione delle emissioni. Il nostro target per il 2030 è ridurre le emissioni del 55% nell’UE e in Danimarca del 70%. E nel 2030 tutta la produzione di elettricità in Danimarca dovrebbe basarsi sulla produzione rinnovabile” afferma Ole Christian Vestergaard, CEO di Andels energihandelsselskab in occasione dell’IBM THINK 2021. E l’impegno nei confronti della sostenibilità non finisce qui perché Andel desidera attirare i dipendenti giusti e introdurre nuove tecnologie e modelli di business nel mercato. 

E poi “Percepiamo un forte interesse da parte di molti dei nostri grandi clienti aziendali su come possono contribuire alla transizione verde. Ora, insieme a IBM, possiamo coinvolgerli e attivarli nel sistema energetico del futuro. La Flex Platform è un investimento strategico nel mercato elettrico del futuro” aggiunge Vestergaard.

Grandi proprietari di edifici, come comuni, aziende, società immobiliari, centri commerciali, supermercati e altri possono mettere i loro sistemi che consumano elettricità come sistemi di ventilazione, sistemi di refrigerazione e congelamento, pompe, ecc. a disposizione del sistema energetico. I giocatori stessi stabiliscono le regole per quali strutture possono fornire flessibilità e quando, senza influire sui parametri di sicurezza e comfort.

Un grande ecosistema per la Green Transition in Danimarca e non solo

Flex rappresenta il link tra la rete intelligente (smart grid & connected assets) e il mercato intelligente dell’energia per i servizi di flessibilità. Le tecnologie AI, IoT e blockchain nel cloud di IBM rendono possibile e conveniente utilizzare gli impianti esistenti e gestire l’energia  per i servizi di flessibilità. L’IoT integra smart grid e asset connessi nella piattaforma e abilita la comunicazione per indirizzarli nell’assicurare il giusto bilanciamento di energia. L’AI predice la domanda di flessibilità e determina la combinazione dei device e il potenziale flessibile. In ultimo, la tecnologia blockchain garantisce un alto livello di trasparenza e fiducia nella consegna e nel pagamento dei servizi di flessibilità. Con costi inferiori e un livello di fiducia più elevato, affrontiamo due degli ostacoli che sono stati creati per creare una scalabilità della flessibilità dei consumi ” spiega Henrik Iversen, Vice President Andel.

Andel e IBM ipotizzano che questo tipo di servizi di flessibilità sostituirà nel giro di pochi anni il 20% della “vecchia” produzione di centrali elettriche di regolazione in Danimarca. Pertanto, i grandi consumatori di energia assumono un ruolo completamente nuovo nella transizione verde e riducono la necessità di attingere alle riserve tradizionali. Flex Platform offre un business verde e sano per i giocatori perché possono ridurre i costi di elettricità e calore, emettere meno CO 2 e contribuire agli obiettivi globali delle Nazioni Unite. Inoltre, la necessità di futuri investimenti in parchi batterie e rinforzi della rete elettrica potrebbe essere ridotta, poiché il patrimonio edilizio esistente e le sue installazioni elettriche possono essere utilizzati meglio di oggi. Un vantaggio socio-economico, poiché la riduzione di CO2 avviene senza aumento dei costi per i consumatori.

Immagine fornita da Shutterstock

@RIPRODUZIONE RISERVATA
C
Claudia Costa
Web Content Editor
Seguimi su

Articolo 1 di 5