News

Una nuova acquisizione per Digital360 che spinge sulla trasformazione digitale e sostenibile della PA

La PMI innovativa quotata sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana scommette sulla PA digitale pronta a cogliere le rilevanti opportunità che il PNRR offre in campo. A sancire l’intento, un accordo vincolante per l’acquisizione del 51% di ICT LAB PA S.r.l.

23 Set 2021

Cogliere le opportunità che il PNRR offre nel campo della trasformazione digitale del Paese e della sua Pubblica Amministrazione, ampliando le potenzialità di mercato e la gamma di servizi consulenziali e formativi in ambito pubblico che, in ragione degli investimenti massicci di cui gioverà per compiere il “salto di qualità”, ha enormi potenzialità di crescita e di sviluppo. E’ questo l’intento di Digital360 che ha comunicato di aver siglato un accordo vincolante per l’acquisizione di una quota pari al 51% di ICT LAB PA S.r.l. al prezzo di 1,5 milioni di euro, società con sede a Roma che dal 2015 offre servizi di consulenza finalizzati ad accompagnare i percorsi di innovazione delle PA.

“Il Gruppo Digital360 – spiega l’Amministratore Delegato, Gabriele Faggioli – che ha tra i suoi obiettivi l’accompagnamento delle imprese e della PA in questo percorso di digitalizzazione, potrà giovare, con questa operazione, dell’esperienza e delle competenze di un gruppo di professionisti. L’integrazione di ICTLAB PA costituisce una tappa importante per integrare progetti di consulenza per l’innovazione tecnologica in ambito pubblico e privato. I due sistemi possono crescere e svilupparsi in modo sostenibile, se aprono alla necessaria osmosi tra le proprie risorse, capitale umano e modelli di funzionamento. ICT LAB PA potrà portare un concreto contributo alla transizione digitale in Italia, sia supportando con le appropriate tecnologie il necessario salto di qualità delle PA, sia consentendo alle PMI di cogliere le opportunità collegate agli investimenti del PNRR e Next Generation UE”.

Advant Nctm, in qualità di Advisor di Digital360, ha seguito gli aspetti legali dell’operazione. Carlo Flamment e Fabio Pasquazi, gli attuali soci e amministratori della società, verranno coinvolti nella gestione futura occupando due dei cinque posti nel Consiglio di Amministrazione  e il ruolo di Amministratore Delegato andrà a Carlo Flamment. Infine, a partire dall’approvazione del bilancio relativo al 31/12/2023, entrambe le parti potranno esercitare delle opzioni incrociate (Put & Call) per l’acquisto o la vendita del residuo 49% di ICT LAB.

Immagine fornita da Shutterstock

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

G
Gabriele Faggioli

Aziende

D
Digital360
I
ICT LAB PA

Articolo 1 di 5