Digital transformation

Nasce la suite AI di IBM che rafforza le imprese contro i rischi meteorologici e le aiuta a diventare sostenibili

Big Blue lancia sul mercato Environmental Intelligence Suite, primo strumento IT in grado di unire intelligenza artificiale, dati meteorologici, analisi del rischio climatico e funzionalità di monitoraggio del carbonio, consentendo alle organizzazioni di spendere meno risorse per la gestione di questi dati complessi e impiegarle per analizzarli, al fine di ottenere informazioni approfondite per migliorare la propria attività

12 Ott 2021

Veronica Balocco

Sfruttare l’intelligenza artificiale per aiutare le organizzazioni a prepararsi e rispondere ai rischi meteorologici e climatici che possono causare interruzioni nelle attività. E’ questa l’aspirazione che si nasconde dietro la suite di software di intelligence ambientale che IBM lancia oggi sul mercato, con il contestuale intento di fornire alle imprese strumenti utili a valutare più facilmente il proprio impatto sul pianeta e ridurre le complessità legate all’adempienza alle normative ambientali e al reporting.

Il pacchetto prende il nome di Environmental Intelligence Suite e nasce con l’obiettivo primario di aiutare le aziende a semplificare e automatizzare la gestione dei rischi ambientali e a rendere operativi i processi sottostanti, incluso il monitoraggio della gestione e del risparmio di emissioni di carbonio, in modo da raggiungere gli obiettivi di sostenibilità. La Suite può contare sui dati meteorologici di cui IBM è già in possesso, sul provider globale più accurato al mondo, sull’analisi geospaziale avanzata e sulle nuove innovazioni di IBM Research. Si tratta del primo strumento It in grado di unire in questo modo intelligenza artificiale, dati meteorologici, analisi del rischio climatico e funzionalità di monitoraggio del carbonio, consentendo alle organizzazioni di spendere meno risorse per la gestione di questi dati complessi, impiegandole invece per analizzarli al fine di ottenere informazioni approfondite e di conseguenza agire per migliorare la propria attività.

La risposta tecnologica ad una sfida globale

Le imprese di tutto il mondo affrontano sempre più spesso danni ai propri asset correlati ai cambiamenti climatici, interruzioni nella supply chain e nelle operazioni commerciali, nonché crescenti aspettative da parte di consumatori e investitori ad assumere sempre più un ruolo di guida nel rispetto degli obblighi ambientali. Le condizioni meteorologiche estreme, il fallimento delle iniziative per il clima e i danni ambientali causati dall’uomo sono stati citati come le tre principali fonti di rischio per le imprese nei prossimi dieci anni nel Global Risks Report 2021 del World Economic Forum. Le aziende hanno dunque bisogno di avere informazioni ambientali utili per affrontare queste sfide, ma i metodi attuali sono macchinosi e complessi e richiedono un lavoro manuale intenso, competenze in materia di clima e data science, e potenza di calcolo.

WHITEPAPER
Computer quantistico: i player principali e la supremazia quantistica
Intelligenza Artificiale
Realtà virtuale

IBM Environmental Intelligence Suite è una soluzione SaaS progettata per aiutare le organizzazioni a:

  • Monitorare eventi ambientali potenzialmente dannosi come condizioni meteorologiche avverse, incendi, inondazioni e cattiva qualità dell’aria e inviare avvisi su eventuali rischi quando rilevati;
  • Prevedere il potenziale impatto del cambiamento climatico e delle condizioni meteorologiche in tutta l’organizzazione aziendale utilizzando data analytics per valutare il rischio climatico;
  • Acquisire informazioni su potenziali interruzioni operative e definire le priorità nei processi di mitigazione e risposta agli eventi;
  • Misurare e compilare report sulle iniziative ambientali e rendere operativa la gestione delle emissioni di carbonio, riducendo al contempo questo onere sui team di procurement e operations.

La Suite fornisce insight ambientali dettagliati tramite API, dashboard, mappe e avvisi che possono aiutare le aziende ad affrontare sia le sfide operative immediate sia la pianificazione e le strategie a lungo termine. Ad esempio, la Suite potrebbe aiutare le aziende del retail a prepararsi a gravi interruzioni nelle spedizioni o nell’approvvigionamento dei prodotti dovute alle condizioni meteorologiche, oppure supportarle nel considerare i rischi ambientali nella fase di individuazione di nuove sedi per i magazzini. Le società del settore energy e utility potrebbero determinare con maggiore precisione dove tagliare la vegetazione attorno alle linee elettriche o quali delle loro risorse critiche potrebbero essere più a rischio di incendi causati dagli effetti del cambiamento climatico. Con la Suite, inoltre, le imprese del commercio, come le catene dei supermercati, potrebbero ottenere un quadro più chiaro di come i sistemi di refrigerazione contribuiscono alle emissioni complessive di gas serra e individuare le sedi in cui è prioritario apportare dei miglioramenti.

“Il futuro dell’economia e dell’ambiente sono profondamente intrecciati. Tutte le organizzazioni non solo stanno facendo i conti con gli effetti dei cambiamenti climatici per il proprio business, ma sono anche ritenute sempre più responsabili dagli stakeholder e dalle autorità di regolamentazione per l’impatto delle loro operazioni sul pianeta”, ha affermato Kareem Yusuf, Ph.D., General Manager, IBM AI Applications. “IBM ha unito la potenza dell’intelligenza artificiale e del cloud ibrido per elaborare applicazioni pensate per incrementare l’intelligence ambientale, al fine di aiutare le imprese a migliorare le performance di sostenibilità e il reporting, mettere in campo operazioni commerciali più efficienti per ridurre il consumo di risorse e pianificare le risposte a eventi avversi, rafforzando la resilienza delle operazioni”.

Un pacchetto di soluzioni e tecnologie

Le aziende di tutto il mondo stanno già utilizzando molte delle principali tecnologie meteorologiche e di intelligenza artificiale presenti nell’Environmental Intelligence Suite di IBM. Ad esempio, i dati IBM sull’ambiente e l’analisi geospaziale vengono utilizzati dalla società brasiliana di etanolo, bioelettricità e zucchero BP Bunge Bioenergia per comprendere meglio la sua produzione agricola di canna da zucchero e migliorare le sue stime di mercato sulla produzione globale di zucchero. Inoltre, il leader del settore agroalimentare Cajamar aiuta gli agricoltori spagnoli che mirano a migliorare i raccolti e ridurre l’impatto ambientale tramite la sua piattaforma digitale chiamata ‘Plataforma Tierra’.

L’IBM Environmental Intelligence Suite sfrutta anche le innovazioni basate sull’intelligenza artificiale di IBM Research che rendono più facile per ricercatori ambientali e data scientist analizzare enormi dataset. Inoltre, la Suite fornisce un nuovo framework di modellazione del rischio climatico che può essere utilizzato per generare dati sui futuri rischi di incendi e inondazioni. Infine, le esclusive tecnologie di IBM Research, che applicano l’elaborazione e l’automazione del linguaggio naturale, intervengono per aiutare le aziende a stimare le emissioni di carbonio e identificare modalità per ridurle lungo tutta la catena delle operazioni e nei rapporti con i fornitori.

L’Environmental Intelligence Suite può essere integrata con il più ampio portafoglio software di IBM al fine di rendere ulteriormente efficienti le operazioni aziendali. Tra le soluzioni incluse, IBM Maximo Application Suite, che contribuisce a proteggere ed estendere il ciclo di vita degli asset critici, e IBM Supply Chain Intelligence Suite, che favorisce la costruzione supply chain più sostenibili e resilienti.

Le aziende possono anche contare sulle competenze intersettoriali di IBM Global Business Services per aiutare a progettare, sviluppare e accelerare i loro percorsi di trasformazione aziendale verso modelli più rispettosi dell’ambiente. Le strategie mirano a ripensare i processi nelle operazioni, nelle supply chain, nella gestione delle emissioni o nel reporting relativo al raggiungimento dei criteri ESG e sui rischi climatici con l’aiuto delle nuove tecnologie per aiutare le organizzazioni a raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità ambientale.

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5