Nuovi scenari

Microsoft “al lavoro” per Venezia capitale della Sostenibilità: AI e cloud per ridurre l’impatto dell’uomo

La Big tech entra nella Fondazione: supporterà l’analisi del territorio veneziano, mappando l’impronta ambientale delle sue attività e individuando, anche grazie all’intelligenza artificiale, le maggiori fonti di inquinamento, di consumo d’acqua e di produzione di rifiuti

Pubblicato il 06 Mar 2023

channel-gea9beb142_1920

Microsoft Italia partecipa, in qualità di socio co-fondatore, alla Fondazione Venezia Capitale Mondiale della Sostenibilità/Venice Sustainability Foundation. L’azienda tecnologica supporterà la Fondazione nello studio di soluzioni dedicate alla transizione energetica e di progetti legati al turismo sostenibile, mettendo a disposizione dei gruppi di lavoro le competenze nei settori più avanzati dell’innovazione digitale quali l’intelligenza artificiale, il cloud, i big data e la realtà mista.

Assieme alla Fondazione, Microsoft Italia supporterà l’analisi del territorio veneziano, mappando l’impronta ambientale delle sue attività e individuando, anche grazie all’intelligenza artificiale, le maggiori fonti di inquinamento, di consumo d’acqua e di produzione di rifiuti. L’obiettivo finale è intervenire su questi processi, riducendone l’impatto ambientale con attività di digitalizzazione. Sul fronte del turismo sostenibile, Microsoft metterà a disposizione della Fondazione competenze e innovazioni tecnologiche al fine di creare esperienze digitali coinvolgenti per estendere a un numero più ampio di persone nel mondo la possibilità di conoscere il patrimonio di Venezia.

Tecnologie d’avanguardia per migliorare la sostenibilità

“Con Microsoft la compagine dei soci della Fondazione si arricchisce di un player di caratura internazionale – dichiara il Presidente di FVCMS, Renato Brunetta – che potrà fornire un contributo importante allo studio di soluzioni innovative atte ad accelerare la transizione energetica nella città di Venezia e nel suo territorio di riferimento. La digitalizzazione dei processi e il ricorso a tecnologie d’avanguardia, come l’intelligenza artificiale e la realtà mista, possono migliorare la sostenibilità di un’attività fondamentale per la città come il turismo, aprendo a una platea ancor più ampia la conoscenza delle ricchezze storico-artistiche di Venezia e creando possibilità inedite di formazione e di didattica per i ragazzi, proiettandoli verso le professioni del futuro”.

“Fare di più con il digitale”

“La nostra missione è aiutare persone e organizzazioni in tutto il mondo a fare di più con il digitale. In particolare, negli attuali scenari globali, l’innovazione tecnologica può aiutare lo sviluppo sostenibile di ogni attività, contribuendo alla misurazione e alla riduzione delle emissioni e favorendo progetti a protezione dell’ambiente. Non solo, oggi, la tecnologia permette a un pubblico sempre più ampio di accedere al patrimonio culturale e artistico, aprendo anche ai visitatori virtuali le bellezze di Venezia – dichiara il Direttore del Divisione Pubblica Amministrazione, Stefano Stinchi –. Siamo felici di affiancare la Fondazione Venezia Capitale Mondiale della Sostenibilità per promuovere un futuro per la città di Venezia più sostenibile e inclusivo, che sia di ispirazione per tante altre realtà a livello mondiale che vogliono combinare green & tech per crescere”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5