Bilanci

La connettività sostenibile di EOLO: colmare il divario digitale e dare potere alle comunità

La vision di EOLO va oltre la semplice erogazione di connettività per creare un impatto sociale positivo attraverso l’accessibilità al digitale e alla formazione. Con il suo primo Bilancio di Sostenibilità, traccia una chiara strada verso la realizzazione di questi obiettivi

Pubblicato il 24 Nov 2023

shutterstock_2140985473 (1)

EOLO, società benefit e B Corp italiana che fornisce connettività tramite tecnologia FWA, ha pubblicato il suo primo Bilancio di Sostenibilità. Il report, oltre a ricapitolare i risultati finora raggiunti, fissa gli obiettivi per il 2024.

Anzitutto, l’azienda continuerà a portare Internet nei territori non raggiunti da connettività con banda ultra larga wireless, aumentando dell’8,3% il numero di famiglie attualmente connesse e del 9% quello delle aziende. Inoltre, proseguirà nel cammino di accrescimento delle competenze digitali, con l’obiettivo di fornire corsi a più di 1.000 under 18 e 1.000 over 65 nel prossimo anno.

“La missione di Eolo è sempre stata quella di restituire valore ai territori, promuovendo il diritto alla connessione a internet, la formazione e l’accesso al digitale come strumento di inclusione – commenta Guido Garrone, CEO di Eolo – Per noi è fondamentale essere un volano di prosperità economica dei territori, con particolare attenzione alle aree a rischio di spopolamento.”

Potenziare la connettività per il benessere economico

Uno degli obiettivi chiave di EOLO è l’aumento della penetrazione della connettività in quei territori dove la fibra ottica risulta difficile da implementare. Sfruttando il modello Fixed Wireless Access (FWA), fornito proprio dalla tecnologia di EOLO, l’azienda mira ad aumentare entro il 2024, dell’8.3% il numero di famiglie attualmente connesse e del 9% quello delle aziende.

Un’analisi condotta da The European House – Ambrosetti sottolinea l’importanza di questo impegno, suggerendo che un aumento pari a quello della provincia di Milano del tasso di sottoscrizione alla Banda Ultra Larga in tutte le provincie italiane potrebbe generare un impatto positivo sul PIL, con una crescita stimata del +3.5%, pari a circa 69 miliardi di euro.

EOLO accende i motori della formazione digitale

EOLO si impegna anche sul fronte delle stime per niente incoraggianti del Digital Economy and Society Index (DESI) – strumento di valutazione della Commissione Europea che misura i progressi dei Paesi europei in termini di digitalizzazione dell’economia e della società – , secondo cui oltre il 50% della popolazione manca di competenze digitali e solo il 40% degli italiani usufruisce di servizi pubblici digitali.

In particolare, l’azienda si occuperà di erogare i corsi di formazione per under 18 e over 65, potenziando il progetto avviato nel 2022 con l’obiettivo di raggiungere, nel 2024, almeno 1.000 giovani e 1.000 anziani. I progetti formativi si concentrano su consapevolezza digitale, cyberbullismo e fake news per i più giovani, mentre si focalizzano sull’accesso semplice e sicuro a Internet per gli over-65.

L’impegno nella comunità come driver di crescita

Un altro pilastro della strategia sostenibile di EOLO è il progetto in collaborazione con Bee.4, avviato nel 2021, che mira a favorire l’inserimento professionale dei detenuti del carcere di Bollate fornendo competenze direttamente applicabili nel mondo del lavoro. I 27 partecipanti hanno svolto mansioni di call center, dimostrando un elevato tasso di soddisfazione della clientela. Un segno tangibile del successo del progetto ha visto un collaboratore essere assunto direttamente da EOLO.

“L’attenzione alla buona governance, al benessere dei dipendenti e delle comunità, alla gestione attenta dei clienti fa parte integrante della strategia aziendale – continua Garrone – La cura per questi temi non è un aspetto secondario, ma un driver fondamentale di sviluppo e crescita”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5