Circularity: premiati i progetti che “rivoluzionano” la filiera delle batterie

Tre le idee sul podio del primo workshop dedicato all’ecodesign delle pile e alla gestione del loro fine vita. L’iniziativa rientra nell’ambito di “Ecodesign the future: batteries edition”, il corso di alta formazione promosso da Erion Energy in collaborazione con Economiacircolare.com e finalizzato a promuovere la pratica e la cultura dell’eco-progettazione

Pubblicato il 27 Mar 2023

Il raccoglitore delle batterie diventa “smart”: da strumento per il conferimento a punto d’incontro fra cittadini sul territorio. Per ogni pila conferita, sullo schermo del totem si attiva un gioco a tempo e il punteggio realizzato regala buoni per esperienze culturali e acquisti sostenibili. È questo il concept del progetto di circolarità per il settore delle batterie premiato nell’ambito di “Ecodesign the future: batteries edition”, il corso di alta formazione promosso da Erion Energy in collaborazione con Economiacircolare.com e finalizzato a promuovere la pratica e la cultura dell’eco-progettazione.

Al secondo posto si è classificato il progetto di una piattaforma di ricarica, alimentata da pannelli fotovoltaici di batterie modulari che permettono di alimentare piccoli elettrodomestici, all’interno di un sistema basato sul concetto di multiciclicità. Il terzo gradino del podio è stato conquistato dall’idea di un nuovo ecodesign per le e-cig, ad oggi non scomponibili, per permettere il corretto riciclo delle diverse componenti, e dal relativo contenitore che consente di conferire in maniera differenziata batteria e involucro della sigaretta.

Sei progetti accomunati dalla componente innovativa

Riusabilità, riduzione dei rifiuti, aumento della raccolta, gioco ed estetica al servizio della sostenibilità sono gli elementi che accomunano i tre progetti sul podio, risultati vincitori tra sei eco-concept presentati per la filiera di batterie, accumulatori e sistemi di ricarica, realizzati dai giovani partecipanti durante il workshop. I progetti scelti dalla giuria si sono distinti, in particolare, per la componente fortemente innovativa, capace di integrare funzionalità e circolarità.

Tema centrale in vista del nuovo Regolamento Ue

“Siamo orgogliosi di aver promosso “Ecodesign the future: batteries edition”. Un’iniziativa importante che ha trasmesso, alle ragazze e ai ragazzi coinvolti, strumenti e conoscenze per affrontare i cambiamenti che ci aspettano nel prossimo futuro. L’ecodesign delle batterie è, infatti, un tema fondamentale, non solo per la transizione energetica già in atto in Italia e nel resto d’Europa, ma anche in vista della prossima entrata in vigore del nuovo Regolamento europeo” Laura Castelli – Direttore Generale di Erion Energy e componente della Commissione di valutazione dei progetti workshop. “Il corso che si è appena concluso rappresenta l’impegno congiunto di Erion Energy ed EconomiaCircolare.com verso la formazione di figure professionali capaci di immaginare e di creare prodotti sempre più sostenibili per la filiera delle batterie e degli accumulatori. A chi ha frequentato il corso vanno i nostri complimenti e l’augurio di poter mettere presto in pratica l’esperienza fatta e il know-how appreso così da promuovere un modo diverso di fare impresa”.

“Il nostro giornale è nato per accompagnare il cambio di paradigma produttivo necessario ad affrontare le sfide ambientali, sociali ed economiche che abbiamo davanti. Lo facciamo con l’informazione e con la formazione di nuove competenze: con l’edizione di Ecodesign the future dedicata al mondo delle batterie abbiamo messo a disposizione di un nutrito gruppo di giovani un percorso multidisciplinare e pratico di approfondimento e costruzione di soluzioni possibili”. Raffaele Lupoli – Direttore editoriale di EconomiaCircolare.com e membro del Comitato di valutazione del workshop. “Siamo molto fieri di questo percorso, reso possibile dall’intensa collaborazione con Erion e con il mondo dell’università, della ricerca e dell’impresa più attenta e sensibile alla necessità di ripensare processi e prodotti”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5