Best practise

Equinix “snocciola” i successi ESG e rivela: “Da 4 anni rinnovabili oltre il 90% nei nostri data center”

Pubblicato il Report di sostenibilità 2021, incentrato sulla strategia “Future first”. Focus su diversità, inclusione e appartenenza e impegno a diventare neutrale a livello globale entro il 2030, con il sostegno di un piano strategico di finanziamento green e di un’agenda di sostenibilità completa

30 Giu 2022

Equinix, azienda globale di infrastrutture digital, ha pubblicato il Rapporto sulla Sostenibilità 2021 (SCARICA QUI IL REPORT COMPLETO) che illustra i progressi, le innovazioni e i risultati ottenuti in ambito ESG l’anno scorso e da quando è stato formalizzato il programma di Sostenibilità aziendale nel 2015. Le iniziative ESG che compongono la strategia Future First di Equinix si concentrano sulle questioni che hanno maggiore impatto sui principali stakeholder e sul business, tra cui la diversità, l’inclusione e l’appartenenza (DIB) e l’impegno dell’azienda a diventare neutrale a livello globale entro il 2030.

I temi ESG sono da tempo parte integrante dell’agenda corporate di Equinix e rispecchiano le questioni più concrete che hanno un impatto sugli stakeholder, sull’azienda e sul mondo in generale. A livello globale vengono emanate e proposte nuove normative imposte dai governi, che rendono ancora più importante l’impegno di Equinix nel creare un futuro più sostenibile per l’ambiente e la comunità.

Future First: Sustainability at Equinix

Questo impegno, sostenuto anche dall’obiettivo di ridurre le emissioni, da un piano strategico di finanziamento green e da un’agenda di sostenibilità completa, è un passo fondamentale per aumentare gli investimenti e le innovazioni dell’azienda volti a ridurre le emissioni di gas serra e riflette il ruolo che Equinix può svolgere nel rendere più ecologiche le supply chain digitali dei propri clienti e nel rispondere alle esigenze in evoluzione dei principali stakeholder. L’azienda ha compiuto progressi significativi nel rispetto di questo impegno, con una copertura rinnovabile superiore al 95% per il suo portfolio nell’anno 2021, raggiungendo oltre il 90% per il quarto anno consecutivo.

Elementi chiave del Report

Equinix continua a compiere importanti passi in avanti nell’ambito della sostenibilità e cerca di costruire un’attività che rifletta il suo obiettivo: riunire il mondo sulla propria piattaforma per creare innovazioni che arricchiscano il nostro lavoro, la nostra vita e il nostro pianeta. Tra i punti più importanti dell’anno 2021 vi sono:

WHITEPAPER
Modelli di agricoltura sostenibile per un’economia circolare
Smart agrifood
Sviluppo Sostenibile
  • Essere la prima azienda del settore dei data center a impegnarsi a diventare neutrale dal punto di vista climatico a livello globale entro il 2030 e a fissare obiettivi basati su dati scientifici per le proprie operazioni e la propria supply chain
  • Aver raggiunto il 95% di copertura di energia rinnovabile nei propri data center a livello globale, il quarto anno consecutivo in cui l’azienda ha raggiunto una copertura superiore al 90%
  • Essere stato uno dei firmatari fondatori del Patto e dell’Iniziativa di autoregolamentazione degli operatori dei data center dell’UE per la neutralità climatica, che sta guidando l’advocacy e lo sviluppo di requisiti di sostenibilità per il settore dei data center dell’UE affinché diventino neutrali dal punto di vista climatico entro il 2030
  • Aver emesso 4,9 miliardi di dollari di green bond ad aprile 2022, che fanno di Equinix il quarto emittente globale nel mercato dei green bond classificati come investimento
  • Aver ricevuto un punteggio perfetto nell’Indice Human Rights Campaign (HRC) Corporate Equality Index (CEI), classificandosi tra i “Best Places to Work for LGBTQ+ Equality”
  • Essersi posizionata al primo posto nella categoria Real Estate della classifica 2022 di JUST Capital delle aziende più “corrette” d’America
  • Essere stata, a partire dal 2022, una delle prime aziende di data center a legare la retribuzione dei dirigenti alle performance ESG. Aggiungendo un parametro agli incentivi a breve termine per i dipendenti di livello VP e superiore, compresi i funzionari esecutivi, l’azienda mira a responsabilizzare i propri leader per il raggiungimento degli obiettivi ambientali e di diversità.

La portata globale di Equinix copre 70 metropoli in 31 Paesi e i clienti continuano a considerare Equinix come la migliore manifestazione del digital edge. I suoi ecosistemi scalati consentono la prossimità al “who’s who” del mondo digitale, con oltre 10.000 clienti, tra cui più della metà delle Fortune 500, e una quota importante di on-ramps cloud. La piattaforma di interconnessione di Equinix conta oggi più di 428.000 interconnessioni che alimentano l’economia digitale. Questi vantaggi sono fortemente allineati alle tendenze del mercato e consentono a Equinix di continuare a rafforzare la propria leadership di mercato.

“I nostri clienti, partner, investitori e dipendenti sono più che mai attenti alla sostenibilità – afferma Keith Taylor, Chief Financial Officer, Equinix -. Nell’ultimo anno abbiamo assistito a un sostanziale aumento dell’interesse dei clienti verso il modo in cui Equinix li aiuta a raggiungere i loro obiettivi di sostenibilità e ESG. Rispondere alle esigenze dei nostri clienti è solo uno dei motivi per cui ci dedichiamo alla nostra strategia di sostenibilità “Future First” che delinea le nostre principali iniziative e responsabilità in ambito ESG, tra cui la diversità, l’inclusione e l’appartenenza (DIB), gli obiettivi basati sulla scienza e il nostro impegno a diventare neutrali dal punto di vista climatico a livello globale”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5