Aziende e persone

Nasce “Alumni”, community aperta e inclusiva per il settore Data&Anaytics

Sdg Group presenta la nuova piattaforma di contenuti e networking dedicata agli ex dipendenti del Gruppo in tutto il mondo, che permetterà di promuovere la condivisione delle conoscenze e delle esperienze e ispirare e anticipare le tendenze del mercato

01 Mar 2022

SDG Group, azienda internazionale di management consulting, specializzata nelle attività di Business Analytics, Corporate Performance Management e Advanced Business Solutions, presenta “Alumni”, una nuova piattaforma di collaborazione, condivisione e accesso a contenuti ed eventi, che vede protagonista la community globale degli ex dipendenti del Gruppo (ex SDGer), che negli anni hanno permesso all’azienda di crescere, grazie alle loro competenze, idee e storie di successo.

Obiettivo principale dell’iniziativa è ispirare, connettere e innovare, sostenendo gli ex SDGer con le risorse adeguate e promuovendo un networking aperto e inclusivo tra gli alti profili del settore.

Attenzione alle persone

La nascita della community “Alumni” conferma l’attenzione alle persone che da sempre contraddistingue SDG Group, che dedica percorsi professionali specifici alle proprie risorse, per accrescere in tempi rapidi le competenze, aiutando i consulenti a diventare dei veri e propri esperti nel proprio campo. Ora l’impegno si estende oltre l’azienda stessa, fornendo alla community nuove opportunità e strumenti per promuovere un’ulteriore innovazione all’interno delle proprie aziende e nei settori di riferimento.

WHITEPAPER
Cosa serve per risparmiare davvero sull’energia? L’IoT da solo non basta!

“Siamo felici di ritrovare vecchi colleghi, di conoscere i loro successi, di supportarli professionalmente oltre che umanamente e di collaborare con loro per spalancare le porte al futuro con la passione e l’entusiasmo che da sempre ci contraddistinguono”, spiega Luca Quagini, CEO di SDG Group. “Alumni è una comunità in grado di accorciare le distanze mantenendo vivi i rapporti tra le persone che hanno fatto parte della nostra famiglia professionale, oggi più che mai aperta, partecipativa e inclusiva”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5