Epson: WeImpact Award premia il centro di assistenza più virtuoso

Il Centro di Assistenza Qui Computer di Bari si aggiudica quest’anno il premio. Grazie a questa iniziativa, l’azienda giapponese testimonia ancora una volta l’impegno verso la sostenibilità e il supporto delle comunità locali

Pubblicato il 05 Set 2023

Consegna targa 16.9

Epson rilancia per il terzo anno consecutivo il premio WeImpact, rivolto ai Centri di Assistenza Autorizzati (CAA). WeImpact è un riconoscimento con focus sul perseguimento della sostenibilità – intesa come condivisione dei valori nella catena di fornitura – ed è basato sugli obiettivi SDG (Sustainable Development Goals). Vincitore di quest’anno è il CAA Qui Computer di Bari con il progetto “Polly takes i Racconti del Carrubo” della fattoria I Racconti del Carrubo.

Questa è la motivazione: “Il riconoscimento a Qui Computer premia la scelta del Centro di aprirsi al territorio supportando una iniziativa locale che mira ad avere un impatto positivo integrato sulla comunità. La realtà locale de “I Racconti del Carrubo” è stata scelta da Qui Computer perché non solo ha l’obiettivo di rinnovare il rapporto uomo-natura, ma anche di valorizzare gli aspetti ambientali integrati con quelli sociali, così da apportare una esperienza di valore completa“.

“Creato con Epson un messaggio di sostenibilità e solidarietà”

“Aver ottenuto questo riconoscimento – afferma Paola Giangaspero, Responsabile Customer Care and Operation di Qui Computer – è per noi una grande soddisfazione, perché partecipando a questa iniziativa siamo riusciti a comunicare insieme a Epson un messaggio di sostenibilità e solidarietà, ma soprattutto perchè abbiamo aiutato la fattoria I Racconti del Carrubo a migliorare le attività per i piccoli partecipanti. La sostenibilità è un impegno per tutti. Abbiamo scelto I Racconti del Carrubo perché il loro non è solo un progetto di vita, ma una visione per un futuro migliore nel rispetto della natura e degli animali di cui si prendono cura. Continueremo a distribuire le locandine con il QR code per supportare la raccolta fondi!”.

Qui Computer ha scelto infatti di contribuire alla raccolta fondi avviata da I Racconti del Carrubo per la realizzazione di un Centro per IAA – Interventi Assistiti Animali nel contesto di una fattoria dove è anche in corso di costruzione una casa di paglia edificata secondo i principi di architettura naturale. Per farlo, ha realizzato, stampato, appeso negli uffici e distribuito l’immagine con il QR code relativo al progetto: inquadrando il codice si può conoscere l’inziativa e donare una cifra a supporto.

Il premio di WeImpact: un videoproiettore Epson EB-W51

Decretato da una giuria composta da tre membri di Epson Italia (Silvia Macchi, Marketing Manager; Luca Cassani, Corporate Sustainability Manager e Mauro Fratus, 3rd Parties Network Manager), il riconoscimento WeImpact prevede per il Centro che ha presentato il progetto un kit di comunicazione a supporto dell’inziativa, e per l’associazione segnalata dal Centro vincitore, la donazione di un prodotto Epson. Quest’anno il modello scelto è stato il videoproiettore EB-W51, molto luminoso (4.000 lumen), facile da configurare e leggero, così da poterlo spostare in un attimo all’interno della struttura e avere ottima visibilità anche quando utilizzato in ambienti con molta luce.

“Ricevere questo videoproiettore – afferma Debora Abatangelo, responsabile della fattoria I Racconti del Carrubo – è davvero un aiuto sia per i nostri laboratori e attività di pet terapy sia per promuovere il nostro operato sul territorio locale. Con EB-W51, possiamo coinvolgere maggiormente i partecipanti alle nostre attività: le grandi immagini catalizzano l’attenzione e ci permettono di ottenere risultati migliori”.

“Il percorso verso la sostenibilità – commenta Luca Cassani, Corporate Sustainability Manager di Epson Italia – va affrontato in compagnia. Per apportare un impatto positivo sulla società i valori vanno condivisi. Avere dei valori di sostenibilità e non metterli a fattor comune serve a poco. Questo nostro WeImpactAward vuole essere un esempio con cui stimolare il nostro network a incidere positivamente sulle realtà locali”.

I progetti presentati dai CAA dovevano rispettare specifiche categorie e ambiti di applicazione. Le categorie sono cinque: agire per la sostenibilità, misurare la sostenibilità, comunicare la sostenibilità, formare sui temi della sostenibilità, fare rete per raggiungere obiettivi di sostenibilità. Gli ambiti sono sette, molto variegati: ambiente, capitale umano, pari opportunità, economia circolare, giustizia, capitale sociale e alimentazione.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5