Dell Technologies porta tecnologia, sanità e workforce skill nelle comunità remote del mondo

La società, con Computer Aid, Intel e Microsoft, lancia i Solar Community Hub: 25 poli alimentati a energia solare in tre continenti, allo scopo di migliorare l’accesso alla tecnologia, all’assistenza sanitaria e alle competenze della forza lavoro nelle popolazioni situate nelle aree remote di tutto il mondo

05 Mag 2022

Dell Technologies, in collaborazione con Computer Aid, Intel e Microsoft, ha annunciato l’iniziativa Solar Community Hubs, un’evoluzione del proprio programma Solar Learning Labs. Andando oltre la tecnologia finalizzata esclusivamente a scopi didattici, gli hub migliorano l’accesso alla tecnologia, all’assistenza sanitaria e alle competenze della forza lavoro nelle comunità situate nelle aree remote di tutto il mondo.

I Solar Community Hub saranno realizzati con soluzioni basate su tecnologia Dell, introducendo il 5G, l’edge computing e altri servizi, gestiti direttamente dalle comunità, in modo da rispondere alle necessità specifiche di ciascuna di esse. Gli hub daranno accesso ad acqua ed elettricità, assistenza sanitaria e risorse per la conservazione ambientale. I membri delle comunità potranno anche avvalersi di training per lo sviluppo di competenze tecniche, sostegno all’imprenditorialità, formazione, orientamento professionale e servizi a supporto della creazione di posti di lavoro e della sostenibilità finanziaria.

“Gli studi dimostrano che l’impatto più significativo inizia con l’empowerment delle comunità locali”, ha dichiarato Cassandra Garber, VP of Environmental and Social Governance di Dell Technologies. “Grazie ai Solar Community Hub, le comunità potranno accedere a risorse e infrastrutture affrontando i problemi più urgenti. Questa evoluzione mette al centro le esigenze delle comunità, e siamo entusiasti di assistere – e di prendere parte – all’impatto che queste collaborazioni avranno in tutto il mondo”.

Digitalizzare l’Amazzonia per supportare la sostenibilità

Dell Technologies ha recentemente inaugurato il primo Solar Community Hub in Brasile, a Boa Esperança, in collaborazione con la Foundation for Amazon Sustainability (FAS), fornendo strumenti digitali come sistemi Latitude Rugged, desktop, server, proiettori e Wi-Fi a circa dodici comunità fluviali e tribù indigene dell’Amazzonia. Gli abitanti di queste comunità, che in precedenza erano costrette a lunghi trasferimenti per usufruire di scuole e servizi moderni, possono adesso proseguire i loro programmi didattici, seguire corsi professionali, frequentare l’università e prepararsi al mercato del lavoro senza doversi più allontanare da casa.

WEBINAR
24 Maggio 2022 - 18:00
Il Poliambulatorio SANTAGOSTINO si racconta: come creare una customer experience di successo
CRM
Marketing

L’hub è stato progettato intorno al concetto della circolarità utilizzando container riconvertiti, mobili e legno proveniente da fonti sostenibili, oltre a pannelli solari per consentire ai dispositivi di funzionare principalmente mediante energia rinnovabile. I partecipanti al progetto prendono parte al programma Bolsa Floresta della FAS, un’iniziativa pubblica dello Stato dell’Amazzonia introdotto nel 2008 per ridurre la deforestazione attraverso la creazione di comunità.

Il potere delle partnership

Dell collabora attualmente con circa 60 partner strategici a livello mondiale, tra i quali Computer Aid, l’organizzazione no-profit coinvolta nello sviluppo dei Solar Community Hub, che aiuta a identificare i luoghi e i partner locali per trasformare gli hub da progetto a realtà.

Dal 2011, Dell e Computer Aid lavorano insieme per supportare 24 Solar Learning Lab che raggiungono ogni anno 18.000 studenti e residenti delle comunità del Brasile, della Colombia, del Kenya, del Marocco, della Nigeria e del Sudafrica.

Dell opera inoltre con clienti e partner – come Intel e Microsoft – oltre ad altri stakeholder per fornire alle comunità risorse aggiuntive e competenze sulla base delle specifiche necessità locali. Partner e clienti possono adesso unirsi a Dell Technologies e Computer Aid per sostenere la diffusione dei Solar Community Hub nei prossimi anni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5