Finance

Un indice per valutare l’impatto ambientale delle azioni finanziarie

Sviluppato dalla fintech svedese Doconomy, sarà reso disponibile agli utenti bancari italiani grazie al supporto di Mastercard e Fabrick

21 Gen 2021

La sostenibilità ambientale può essere un valore aggiunto importante anche per gli utenti dei servizi bancari e finanziari: lo dimostra una partnership che è stata siglata tra Fabrick, Mastercard e Doconomy, quest’ultima realtà svedese che propone soluzioni tecnologiche volte a migliorare l’impatto ambientale. L’iniziativa congiunta consentirà a tutte le banche di offrire in Italia un servizio per monitorare e misurare l’impatto di CO2 delle azioni del singolo individuo, attraverso l’analisi delle transazioni di pagamento. Dietro il funzionamento di questa soluzione ci sarà l’indice “Aland” sviluppato da Doconomy, che è per l’appunto in grado di calcolare l’impatto medio di CO2 emesso per ogni euro speso in alcuni settori industriali selezionati. La soluzione sarà integrata nell’ecosistema di Fabrick e nei progetti Mastercard, attori entrambi da tempo impegnati sul fronte della sostenibilità ambientale, favorendone una maggiore diffusione presso gli utenti bancari italiani.

“L’accordo con Doconomy e Mastercard è un chiaro esempio di come la collaborazione tra player di diversa natura porti vantaggi e permetta la co-creazione di nuovi servizi. Il modello di piattaforma, inoltre, ne rende facile e immediata l’implementazione. Questo nuovo servizio aggiunge grande valore alla nostra offerta e apre un nuovo importante capitolo che vede la sostenibilità, non solo finanziaria, assumere un ruolo centrale nel panorama dell’innovazione finanziaria”, ha messo in evidenza Paolo Zaccardi, CEO di Fabrick.

“Per Mastercard affrontare il cambiamento climatico è una delle principali priorità e responsabilità sociali. La partnership con Doconomy e Fabrick è un ulteriore passo per concretizzare i nostri obiettivi verso una sostenibilità innovativa anche in Italia. Attraverso questo nuovo accordo siamo felici di potere offrire in primo luogo alle banche italiane un servizio che dia loro l’opportunità di accelerare e sensibilizzare i consumatori verso comportamenti virtuosi e uno stile di vita sempre più sostenibile” ha aggiunto Michele Centemero, Country Manager di Mastercard Italia.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

D
Doconomy
F
Fabrick
M
Mastercard

Approfondimenti

E
ESG Data Provider

Articolo 1 di 5