Finanziamenti

Ferrovie dello Stato Italiane ottiene un sustainability-linked bond da 3,5 miliardi di euro



Indirizzo copiato

L’operazione di finanziamento sustainability-linked da 3,5 miliardi di euro a Ferrovie dello Stato Italiane, assistita da Hogan Lovells e Clifford Chance, mira a rafforzare le politiche ESG del gruppo, con meccanismi di revisione del tasso di interesse e della commitment fee al raggiungimento di determinati KPI

Pubblicato il 10 lug 2024



Federico del Monte (Hogan Lovells) e di Charles Adams (Clifford Chance)
Federico del Monte (Hogan Lovells) e di Charles Adams (Clifford Chance)

Lo studio legale Hogan Lovells ha fornito consulenza a Ferrovie dello Stato Italiane in occasione di un sustainability-linked bond del valore di 3,5 miliardi di euro. Clifford Chance, d’altra parte, ha offerto supporto agli enti finanziatori coinvolti come creditori, tra cui Banca Popolare di Sondrio, BNL-BNP Paribas, BPER Corporate & Investment Banking, CaixaBank, Cassa Depositi e Prestiti, Crédit Agricole CIB, ING, Intesa Sanpaolo – Divisione IMI/CIB e UniCredit. BNP Paribas, Crédit Agricole CIB, Intesa Sanpaolo e UniCredit hanno agito anche in qualità di Sustainability Coordinator.

KPI ESG definiscono il finanziamento

Questa operazione si configura come la più consistente operazione finanziaria mai realizzata dal Gruppo FS per quanto riguarda l’importo e dimostra il forte commitment in materia ESG, includendo specifiche clausole che prevedono l’adattamento del tasso di interesse e della commitment fee al raggiungimento di precisi traguardi nei KPI relativi alla sostenibilità ambientale, sociale e di governance. Questi indicatori riguardano in particolare la percentuale di capex conformi alla tassonomia UE, la misurazione dell’intensità energetica calcolata come il rapporto tra consumo energetico e ricavi operativi del gruppo e l’aumento della quota di dipendenti femminili rispetto al totale dei lavoratori.

Dettagli dell’operazione finanziaria

Hogan Lovells ha affiancato il Gruppo FS durante tutte le tappe dell’operazione inclusa la selezione competitiva delle istituzioni finanziatrici. Il team era diretto dal partner Federico Del Monte con il supporto dell’associate Anita Lucchini e delle counsel Maria Cristina Conte per gli aspetti fiscali ed Emanuela Cocco per quelli legati al diritto amministrativo. Clifford Chance ha assistito i finanziatori attraverso un gruppo guidato dal partner Charles Adams con la collaborazione dell’associate Teresa Giaccardi e Maria Giulia Torelli. Roberto Ingrassia, senior associate, ha contribuito per le questioni fiscali. Il team interno di Ferrovie dello Stato Italiane che ha gestito l’operazione era capeggiato da Michele Giannotti, Head of Contracting, Commercial & Financial law; lo affiancavano Fabiola Gigli e Alessandra Giovinazzi.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5