Clima e sostenibilità

UNDP lancia Weather Kids per sensibilizzare sul cambiamento climatico



Indirizzo copiato

Il ‘Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo’ (UNDP) ha lanciato la campagna Weather Kids, interrompendo le trasmissioni televisive globali con previsioni meteorologiche future inquietanti, allo scopo di stimolare un’azione tangibile contro il cambiamento climatico.

Pubblicato il 22 mar 2024



Campagna Weather Kids 1

La United Nations Development Programme UNDP h scelto di dar corsoa un’azione di forte impatto come la “interruzione” di trasmissioni televisive globali con previsioni meteorologiche a forte impatto che hanno lo scopo di stimolare un’azione concreta contro il cambiamento climatico. Con una campagna denominata Weather Kids, nata da una collaborazione tra l’Organizzazione Meteorologica Mondiale e The Weather Channel e diffusa in Italia dalla Rai, media partner mediatico UNDP, sollecita il pubblico a intraprendere un’azione urgente per contrastare il cambiamento climatico a beneficio delle generazioni future. Gli spettatori televisivi che seguono i bollettini meteorologici locali da tutto il mondo si trovano improvvisamente di fronte a previsioni speciali per l’anno 2050 con lo stesso formato, ma con previsioni che sono presentate da bambini.

Le previsioni di Weather Kids

La campagna Weather Kids è sostenuta da celebrità internazionali e dagli ambasciatori UNDP, tra cui l’attore malese premio Oscar Michelle Yeoh, l’attore americano Connie Britton e l’attore danese Nikolaj Coster-Waldau, con lo scopo di sensibilizzare e mobilitare le persone di tutto il mondo sugli effetti del cambiamento climatico, spingendole a intraprendere azioni concrete per proteggere le generazioni future.

La campagna avvisa gli spettatori che l’aumento delle temperature continuerà a causare eventi catastrofici – come quelli che stiamo già osservando – sia sulle comunità che sull’economia globale. Le previsioni prevedono un impatto negativo sul 94% dei bambini di tutto il mondo, oltre a minacce alla sicurezza alimentare e un possibile aumento della tassazione per i contribuenti a livello globale in termini di trilioni di dollari per far fronte alle conseguenze del climate change.

Un giovane presentatore si esprime con espressioni come: “È una follia. Le scuole sono chiuse perché fa troppo caldo. Gli incendi stanno bruciando intere città. E le inondazioni rendono tutto umido e pericoloso“. Le previsioni si concludono con un messaggio potente che arriva sempre dai bambini: “Per noi non è solo un bollettino meteo. È il nostro futuro“.

Verso decisioni finanziarie consapevoli

Gli spettatori sono quindi incoraggiati a intensificare il loro impegno prendendo decisioni finanziarie sostenibili e informandosi sulle iniziative globali volte a contrastare il cambiamento climatico. La campagna è poi completata da una serie di video prodotti dall’UNDP intitolata Climate Action Explained, nella quale vengono evidenziate alcune delle soluzioni concrete che stanno già venendo implementate, attraverso la voce narrante di Nikolaj Coster-Waldau.

Achim Steiner, Amministratore dell’UNDP ha dichiarato: “I Weather Kids rappresentano una testimonianza significativa di un futuro che sicuramente si materializzerà se non intraprendiamo oggi un’azione significativa per il clima”. A questo poi aggiunge: “La continua inerzia nei confronti del cambiamento climatico porterà a un pianeta sempre più inospitale per i ‘bambini di oggi’ e per le generazioni future. Possiamo correggere la rotta solo se ci muoviamo ora con velocità e su larga scala. Ciò include la decarbonizzazione delle nostre economie e la promozione dell’accesso all’energia pulita a prezzi accessibili per tutti; la salvaguardia e il ripristino del nostro ecosistema naturale e la possibilità per le comunità di avere voce in capitolo sugli impegni climatici assunti dai loro Paesi”.

Parte il percorso verso COP30

La campagna Weather Kids fa parte dell’impegno dell’UNDP di promuovere il dialogo pubblico nel cammino verso i negoziati sul clima della COP30, che si terrà in Brasile nel 2025 quando verrà celebrato il decimo anniversario dall’Accordo sul clima di Parigi del 2015 e rappresenterà un’opportunità fondamentale per indirizzare il mondo verso un percorso condiviso per contenere l’aumento della temperatura globale a 1,5 gradi Celsius.

Una campagna per 80 paesi in tutto il mondo

La campagna Weather Kids sarà trasmessa sui canali informativi di oltre 80 Paesi in tutto il mondo che vedono i bambini anche come i futuri cronisti meteorologici, giornalisti sul clima, operatori di emergenza e medici. La campagna Weather Kids dell’UNDP ci mostra i volti di coloro che saranno maggiormente colpiti dalle nostre azioni ma anche promotori di soluzioni che possono dimezzare le emissioni entro 2030, sottolineando che è ora di agire. Considerando poi che il 2023 è stato in assoluto l’anno più caldo mai registrato, gli eventi meteorologici estremi sono in aumento e hanno anche un enorme impatto socioeconomico: i servizi meteorologici e idrologici, così come gli scienziati di tutto il mondo, hanno il dovere di lanciare l’allarme per intensificare gli sforzi verso queste sfide.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5