Ittica Sostenibile

Pesca responsabile: Bolton Group fa squadra con Wild Planet Foods per preservare gli oceani

Con l’acquisizione dell’azienda californiana che produce conserve ittiche su larga scala e altamente sostenibili, l’impresa familiare italiana rafforza la volontà di posizionarsi nel mercato statunitense del tonno con un’ampia gamma di beni di largo consumo innovativi, sostenibili e di alta qualità

30 Ago 2021
Immagine reperita sul sito web di Wild Planet Foods

Le attuali pratiche di pesca commerciale su larga scala non sono sostenibili e a lungo andare, non faranno altro che impoverire la pesca selvatica per le generazioni future. “I nostri oceani e le nostre terre sono più sani ed equilibrati quando possono rimanere selvaggi”. E’ questa la convinzione che ha ispirato il nome dell’azienda californiana Wild Planet Foods. Ed è la profonda e radicata etica aziendale, la volontà di costruire relazioni durature con fornitori e clienti, e l’impegno a preservare oceani e pianeta per le generazioni future che la accomunano all’italiano Bolton Group, come la natura di imprese familiari e il solido spirito imprenditoriale alla base del loro successo.

Wild Planet è stata fondata nel 2004 da Bill Carvalho, un veterano dell’industria ittica con 30 anni di esperienza, per realizzare la sua visione di una linea di prodotti ittici di qualità superiore, con un gusto unico e alto valore nutrizionale, pescati rispettando i più elevati standard ambientali. Bolton Group è un’impresa multinazionale familiare italiana con oltre 70 anni di storia, fondata da Joseph Nissim e ora guidata da sua figlia, Marina Nissim che produce e distribuisce un’ampia gamma di beni di largo consumo innovativi, sostenibili e di alta qualità.

Ora, dopo l’accordo siglato che prevede l’acquisizione di Wild Planet, le aziende collaboreranno allo sviluppo di una catena di approvvigionamento responsabile. Non è una novità per Wild Planet che, da sempre, commercializza tonno pescato al 100% in modo responsabile, grazie ai metodi di pesca con canna e lenza. Analogamente, l’impegno di Bolton Group in quest’ambito è molto forte e radicato, come dimostra l’obiettivo del 100% di pesca sostenibile per il tonno entro il 2024, oggi già al 70%.

Sul tema della “salute” degli oceani si suggerisce la lettura dei servizi Oceani e sostenibilità: verso un’acquacoltura innovativa grazie al digitale e Ambiente a rischio: gli oceani mai così caldi. E nel Mediterraneo è record anche di sale

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5