Sustainable development

Agricoltura: troppa acqua e troppa energia. La via d’uscita? L’Exponential Farming

Di fronte alla quantità smisurata di acqua consumata dall’agricoltura, ONO Exponential Farming ha ideato una piattaforma di agricoltura verticale, capace di rientrare in qualsiasi location e dare luogo a una coltivazione idroponica indoor efficiente, con un notevole risparmio di acqua ed energia, ma anche priva di pesticidi e prodotti chimici.

18 Mar 2022

Il 22 marzo si celebra, in tutto il pianeta, la Giornata Mondiale dell’Acqua, una ricorrenza istituita 30 anni fa, nel 1992, dalle Nazioni Unite, in occasione della Conferenza di Rio, per ricordare a tutto il mondo l’importanza di questa risorsa essenziale per la vita e per sensibilizzare la popolazione contro il suo spreco.

Tre decenni dopo, secondo alcune stime, circa 2 miliardi di persone nel mondo vivono in zone ad elevato stress idrico, ossia con difficoltà ad accedere ad acqua pulita. Inoltre, i dati della Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition, indicano che il 90% delle risorse idriche nel mondo vengono consumate da allevamenti, coltivazioni e centri di produzione di alimenti trasformati. Da sola, l’agricoltura “beve” il 70% dell’acqua.

Quello che serve è una “farm revolution” ed è quello a cui ambisce ONO Exponential Farming, start-up italiana innovativa attiva nel settore dell’agritech, ha ideato una piattaforma di agricoltura verticale modulare completamente automatizzata, capace di rientrare in qualsiasi location e dare luogo a una coltivazione idroponica indoor efficiente, con un notevole risparmio di acqua (ne utilizza solo il 2%) e priva di pesticidi e prodotti chimici.

I vantaggi sono una produzione del raccolto triplicata, con l’uso di solo il 2% di acqua rispetto ad una coltivazione tradizionale e nel massimo rispetto della natura di ogni specie. Inoltre, dopo l’uso l’acqua può essere riciclata e riutilizzata, riducendo i costi e minimizzando i rifiuti.

Ancora, la soluzione brevettata da ONO EF consente una riduzione significativa del consumo di energia. In particolare, le tecnologie implementate nell’ultimo anno riguardano i sistemi di riduzione del consumo energetico per i Led (-70%) e per la climatizzazione delle camere di crescita (-60%). È in fase di validazione una tecnica che porterà alla totale circolarità del ciclo energetico e di emissioni.

Grazie al nuovo design delle macchine e alla possibilità di realizzare impianti alti fino a 16 metri senza intervento umano, l’Exponential Farming di ONO – rispetto ai sistemi più noti recentemente pubblicizzati – consente il triplo della densità di coltura, un costo al metro quadro coltivato pari al 73% in meno e una riduzione del costo del lavoro pari al 95%.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5