PATHWAY TO COP28

Africa: un Green Bond da 10 milioni di dollari per centrare i target climatici

Il primo prodotto per progetti di cucine pulite nell’Africa subshariana è stato annunciato da Burn. Questo progetto contribuirà a cambiare in modo significativo la vita di centinaia di migliaia di africani, aiutando al contempo il continente a raggiungere i propri obiettivi di decarbonizzazione

Pubblicato il 03 Nov 2023

africa-60570_1280

A poche settimane dall’avvio di Cop28 negli Emirati Arabi, Burn Manufacturing, produttore, distributore e sviluppatore di progetti di compensazione delle emissioni di stufe pulite, annuncia l’emissione del primo green bond dell’Africa subsahariana destinato al finanziamento della cottura pulita per un valore di 10 milioni di dollari statunitensi.

Un rapporto del 2022 dell’Agenzia Internazionale dell’Energia sull’Outlook energetico dell’Africa suggerisce che per raggiungere l’accesso universale a combustibili e tecnologie per la cottura pulita entro il 2030, è necessario spostare ogni anno 130 milioni di persone in tutto il mondo lontano dai combustibili per la cottura inquinanti. L’emissione di green bond fornisce una via cruciale per sostenere questo passaggio verso l’adozione di soluzioni di cottura più pulite per le persone.

Più capacità produttiva in Kenya e nuova struttura in Nigeria

I proventi del bond permetteranno a Burn di aumentare la capacità produttiva esistente in Kenya e di aprire una nuova struttura produttiva a Lagos, in Nigeria. La produzione passerà dagli attuali 400.000 unità al mese a 600.000 unità e verranno prodotte una gamma di stufe a biomassa, elettriche e a gas LPG che salvano vite.

Le stufe Burn sono state verificate indipendentemente da istituti autorevoli come l’Università della Pennsylvania, l’Università di Chicago, nonché attraverso un’ampia indagine sull’impatto condotta da Yunus Social Business. Le stufe hanno dimostrato costantemente di offrire significativi benefici per la salute, la situazione finanziaria e l’azione climatica. I fondi del Green Bond consentiranno di estendere questi benefici a ulteriori 2 milioni di famiglie entro il 2024.

Finanza a sostegno dello sviluppo sostenibile

“La nostra decisione di emettere il primo green bond a sostegno della cottura pulita sottolinea la nostra forte convinzione nel potere dell’innovazione finanziaria per promuovere un cambiamento ambientale e sociale positivo. Sfruttando vantaggi come l’interesse delle comunità di investimento per il finanziamento verde e i potenziali vantaggi fiscali per gli investitori, i green bond hanno guadagnato considerevole slancio negli ultimi anni. Burn è entusiasta di utilizzare questo strumento innovativo per catalizzare lo sviluppo sostenibile”, ha dichiarato Peter Scott, ceo e fondatore di Burn.

Primo green bond di sempre di questo genere

L’emissione del bond è stata supportata da Dry Associated Limited in qualità di agente di collocamento. FSD Africa, un’agenzia di sviluppo specializzata finanziata da UK International Development, ha svolto un ruolo chiave fornendo supporto tecnico per il quadro del bond e contribuendo all’assistenza tecnica per la seconda opinione di parte condotta da Agusto & Co., la principale agenzia di rating creditizio panafricana e verificatore di green bond.

Commentando l’annuncio, Evans Osano, Direttore dei Mercati di Capitale di FSD Africa, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di aver sostenuto questa emissione storica, il primo green bond mai emesso per finanziare attività di cottura pulita in Africa subsahariana. Il combustibile a biomassa è la principale fonte di energia per la cottura per la maggior parte delle famiglie in Africa e i proventi di questa raccolta di capitali sosterranno queste famiglie nella transizione verso alternative più sostenibili. Queste alternative non solo sono migliori per l’ambiente, ma hanno anche benefici per la salute grazie alla riduzione delle emissioni di particolato e monossido di carbonio, che colpiscono in particolare le donne a causa della loro maggiore esposizione”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5