Smart city

Luci stradali intelligenti per ridurre le emissioni di CO2 e i costi comunali

In corso al Doll Living Lab di Copenaghen il test di Tridonic, con Weef e Paradox Engineering, sulle soluzioni per un’illuminazione esterna sostenibile, creando pacchetti a disposizione delle amministrazioni comunali che passano al Led. Con la tecnologia Tunable White, scenari di luce differenti a seconda delle condizioni

23 Set 2021

Redazione ESG360

In the DOLL Living Lab, Tridonic is working with outdoor luminaire manufacturer WE-EF and Paradox Engineering, a company specializing in IoT solutions, to create the technical basis for intelligent and networked urban lighting. For the first time, a solution with a tunable white function is also being used outdoors. The technology used enables different scenarios, adapted to the course of the day with its changing light conditions and different activity levels. The pilot project involves a single-lane access road into Copenhagen city center. Over a length of around 800 meters, a total of 23 pieces of WE-EF LED street lights were installed. They are equipped with Tunable White technology with infinitely variable color temperature control from 2,700 K to 6,000 K and intelligent Tridonic components. The luminaires have three Zhaga-compliant interfaces to accommodate the sensor and communication modules. The new D4i and Zhaga-compatible RF Multimaster controller from Tridonic is responsible for communication between the luminaires. The interfaces on the underside of the luminaire housings were fitted with PIR sensors during the initial test phase. These multisensors have two PIR elements with asymmetrical lenses, which also make it possible to detect two separate areas. Outdoor drivers developed according to the D4i standard ensure easy integration of the luminaires into IoT networks. The system is monitored and controlled by Paradox Engineering's "PE Smart Urban Network". The system, based on standards and open data models, allows full interoperability in the management of devices, data and applications.

Si trova ad Albertslund, un sobborgo di Copenaghen, il più grosso laboratorio europeo di applicazioni smart city: il suo nome è Doll Living Lab ed è qui che scienziati, urbanisti e ingegneri illuminotecnici testano le innovazioni destinate a rivoluzionare la conformazione delle città. In questo spazio, oggi si esplora anche un’inedita frontiera: nuove soluzioni intelligenti per un’illuminazione esterna sostenibile, per offrire alle amministrazioni comunali la possibilità di abbattere i costi, ma anche di rendere disponibili nuovi servizi per un’infrastruttura illuminotecnica intelligente che tenga conto in egual misura delle persone e della natura.

Autore del progetto è lo specialista di tecnologia della luce Tridonic, che ha avviato un progetto pilota della durata di tre anni in collaborazione con il produttore di illuminazione esterna Weef e Paradox Engineering, società specializzata in soluzioni IoT, allo scopo di sviluppare le basi tecniche per un’illuminazione urbana intelligente e in rete.

L’ARTICOLO COMPLETO SU internet4things.it A QUESTO LINK

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5