Aperio, le serrature wireless che contribuiscono alla sostenibilità aziendale

Le soluzioni alimentate a batteria di Assa Abloy sono progettate per utilizzare poca energia e soltanto quando sono in uso. Come nel caso di Code Handle, maniglia con pin non cablata. Francesco Gullì: “Aiutiamo a ridurre i costi delle bollette elettriche migliorando impatto ambientale e sicurezza delle aziende”

21 Set 2021

Si chiamano Das, Digital Access Solutions, e sono progettate per ridurre gli sprechi di energia in azienda, migliorando quindi la sostenibilità e la sicurezza. Un esempio di queste tecnologie è il portafoglio di soluzioni messe in campo da Assa Abloy, che comprende la tecnologia Aperio, con serrature wireless non cablate e alimentate a batteria, e quella “Code Handle”, una maniglia anch’essa non cablata alimentata anche in questo caso da una batteria.

Tra le loro caratteristiche principali c’è Il basso consumo energetico, che rappresenta un grande vantaggio in termini di sostenibilità per i dispositivi di controllo accessi wireless rispetto alle serrature cablate equivalenti: le serrature wireless, infatti, funzionano a batteria e pertanto consumano molta meno energia con un’emissione di Co2 inferiore ai dispositivi cablati.

Entrando nel merito delle serrature wireless alimentate a batteria, “quelle della nostra tecnologia Aperio sono molto efficienti dal punto di vista energetico perché non sono cablate – afferma Francesco Gullì, Business development manager Digital access solutions di Assa Abloy Opening Solutions Italia – Utilizzano un’energia minima quando non sono in uso, al solo fine di mantenere attivo lo stato del dispositivo per il funzionamento in remoto e per segnalare modifiche in caso di installazione online. I lettori di schede RFID si attivano solo quando gli si avvicina una credenziale o tramite il software di sistema. Di conseguenza, una serratura wireless utilizza una piccola frazione dell’energia consumata da una tradizionale serratura cablata e da un lettore”.

Quanto poi alla tecnologia Code Handle, si tratta di una maniglia con chiusura a tastiera Pin digitale incorporata, che monta un dispositivo di chiusura senza fili, alimentata a batterie e dunque anch’essa più sostenibile di altre soluzioni cablate. “Come si può vedere – concludde Gullì – con i DAS (Digital Access Solutions) di Assa Abloy un sistema di accesso efficiente aiuta a ridurre i costi delle bollette e gli sprechi migliorando l’impatto ambientale di un’azienda e la sua sicurezza”.

Ma qual è il contesto in cui si inseriscono queste soluzioni? Il tema è quello dell’etica della sostenibilità, sempre più determinante anche nelle aziende e la sua influenza è trasversale a diversi settori e funzioni, comprese la sicurezza e il controllo accessi. Secondo l’ultimo Wireless Access Control Report di Assa Abloy, il 73% dei professionisti della sicurezza concorda sul fatto che negli ultimi 5-10 anni la sostenibilità e l’efficienza energetica sono diventate sempre più importanti nei progetti. Quattro intervistati su cinque hanno affermato che la disponibilità di una valutazione del ciclo di vita del prodotto sotto forma di una Dichiarazione Ambientale di Prodotto (Epd) può fare la differenza per una decisione di approvvigionamento e oltre un terzo di questi afferma che farebbe una “grande differenza”. “La sostenibilità offre tre ovvi vantaggi – conclude il rapporto – migliore conformità, migliore reputazione e costi energetici inferiori”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

F
Francesco Gullì

Aziende

A
Assa Abloy

Approfondimenti

E
Efficienza energetica
S
sostenibilità

Articolo 1 di 5