RICERCA

E-Health, l’intelligenza artificiale per la diagnosi della pre-eclampsia



Indirizzo copiato

Uno studio dell’University College di Dublino mette a punto una nuova metodologia di diagnosi per la patologia che colpisce milioni di donne in gravidanza su scala mondiale. In campo la tecnologia Sas Viya su ambiente cloud Microsoft Azure

Pubblicato il 4 apr 2024



pre-eclampsia

Aiutare i medici a realizzare diagnosi cliniche efficaci ed efficienti di sospetta pre-eclampsia attraverso una stratificazione del rischio intelligente e tempestiva dei dati clinici e dei biomarcatori ematici delle pazienti.

E’ questo l’obiettivo di una nuova metodologia basata sull’intelligenza artificiale per la diagnosi precoce della pre-eclampsia, condizione patologica che può verificarsi durante la gravidanza o anche nel periodo immediatamente successivo al parto, portando a gravi conseguenze per la madre e per il feto. A metterla a punto è stata in una ricerca un team guidato dall’University College di Dublino, utilizzando la tecnologia di Sas, multinazionale specializzata nel campo degli analytics e dell’IA.

La soluzione sarà sperimentata negli ospedali di Dublino nel corso di quest’anno, e una volta superato questo passaggio sarà messa a disposizione delle strutture sanitarie su scala internazionale.

Il rischio pre-eclampsia

Con 140 milioni di nascite annue, spiega Sas in una nota – più di 11 milioni di donne e i loro bambini potrebbero essere colpiti dalla pre-eclampsia a livello globale. Difficile da diagnosticare e con origini complesse, questa patologia ha un impatto a lungo termine sulla salute delle madri e dei loro figli, e ogni anno, in tutto il mondo, potrebbe provocare la morte di 70.000 donne incinte e di 500.000 bambini.

Diagnosticare e prevedere la patologia

Oggi non esiste un test rapido efficace che aiuti i medici nella diagnosi della pre-eclampsia, ma la nuova ricerca, finanziata dalla Science Foundation Ireland, “ha portato alla scoperta di importanti biomarcatori con potere diagnostico e predittivo che, combinati con altri dati clinici, potrebbero essere utilizzati per creare un potente modello di intelligenza artificiale a supporto del processo decisionale clinico”, spiega ancora Sas spiegando il potenziale della soluzione, che è stata chiamata “AI_PREMie” e che utilizza Sas Viya ospitato su un ambiente cloud Microsoft Azure.

Le potenzialità della nuova soluzione

“SAS e Microsoft hanno portato nel progetto l’esperienza del settore bancario e governativo, ad esempio le competenze in materia di sicurezza dei dati, scalabilità e resilienza – afferma Patricia Maguire, docente di biochimica all’University College di Dublino – I medici devono avere assoluta fiducia nel sistema e SAS e Microsoft sono state in grado di aiutarci a raggiungere questo obiettivo fin dall’inizio”.

Ogni sette minuti una mamma in attesa perde la vita a causa delle complicazioni della pre-eclampsia – conclude Maguire – E ogni 40 secondi circa, un bambino perde la vita a causa delle complicazioni della pre-eclampsia. Non vediamo l’ora di approfondire la nostra collaborazione con Sas per sviluppare AI_PREMie e, in ultima analisi, aiutare i medici a salvare più vite”.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5